mercoledì, Maggio 29, 2024
HomeCronacaAggredirono tassisti regolari, due abusivi arrestati

Aggredirono tassisti regolari, due abusivi arrestati

Antonio Avolio e Gianluca Ferrara dovranno rispondere di tentata estorsione aggravata e lesioni

Aggredirono tassisti regolari, due abusivi arrestati

Aggredirono con calci e pugni due tassisti regolari all’esterno dell’aeroporto di Capodichino, ostentando legami con i gruppi criminali del rione Amicizia, il tutto per sottrargli i clienti. Adesso, però, Antonio Avolio, classe 94, e Gianluca Ferrara, classe 85, entrambi conducenti abusivi, sono stati rintracciati dagli agenti del commissariato di Secondigliano e dovranno rispondere di tentata estorsione aggravata e lesioni.

I fatti intorno la mezzanotte del 19 marzo quando le vittime, 28 e 26 anni, notarono i due avvicinare alcuni turisti appena atterrati in città. Dopo aver tentato di avvisare gli avventori della presenza degli abusivi, però, scattò la violenza e quella frase: “Tu non sai chi sono io, io sono del Rione Amicizia, ti vengo a prendere a casa tua e ti sparo in testa”.

Un episodio che scatenò la rabbia e le proteste dei tassisti napoletani che nelle ore successive all’aggressione, organizzarono una protesta davanti la questura di Napoli per chiedere maggiori controlli e sicurezza sul posto di lavoro.

Il precedente

Capodichino, infatti, non è certo nuova a scene del genere. In un altro caso, un tassista regolare sopraggiunto per aiutare il primo aggredito, sarebbe stato assalito e bloccato da due persone che lo trattenevano per le braccia, mentre un terzo lo colpiva a calci sulla schiena.

Skip to content