La crisi fa riaffiorare le antiche tradizioni di un popolo solidale e abbassa anche i prezzi dell’oro di Napoli. Alla Caffetteria di via Monteoliveto nel capoluogo campano il caffè giunge alla cifra record di cinquanta centesimi per permettere a tutti, cittadini e turisti, di godere delle proprietà benefiche della bevanda amica dei lavoratori e dei letterati. Torna anche il caffè sospeso, l’opera di carità che consiste nel pagare un caffè e lasciare disponibile la spesa per chi ha difficoltà anche a permettersi una tazzina. E dipendenti e avventori della Caffetteria non possono che esultare per cotanto risultato.

INT. VOX