domenica, Giugno 16, 2024
HomePoliticaComunali in Campania, verdetti solo dopo il ballottaggio

Comunali in Campania, verdetti solo dopo il ballottaggio

L'affluenza si è mantenuta stabile rispetto alle elezioni precedenti con il 64,56%. Campania regione più virtuosa per numero votanti

Il primo turno delle elezioni amministrative in Campania ha dato vita a un panorama politico incerto, con alcune roccaforti che vacillano e risultati contrastanti.

L’affluenza si è mantenuta stabile rispetto alle elezioni precedenti, con il 64,56% dei votanti, attestando la regione come la più virtuosa d’Italia in termini di partecipazione. Tuttavia, a causa della proliferazione di liste civiche e dell’assenza dei partiti tradizionali, risulta complicato determinare chi abbia effettivamente vinto il primo turno.

Durante la campagna elettorale, molti politici nazionali hanno evitato di farsi vedere in Campania, inclusa la leader di Azione, Giorgia Meloni, e la leader di Europa Verde, Elly Schlein. Tuttavia, entrambe le leader sono state in tournée in Campania lunedì scorso, ma hanno ottenuto risultati diversi. Solo a Torre del Greco, entrambe le candidate hanno raggiunto il ballottaggio, mentre a Scafati, nel salernitano, sono arrivate terze. A Marcianise, nel Casertano, si è assistito a una sfida testa a testa per tutta la notte tra Lina Tartaglione e Antonio Trombetta, con una differenza di una decina di voti.

A CEPPALONI SCONFITTO IL CANDIDATO DI CLEMENTE MASTELLA

Anche alcune roccaforti politiche sono crollate durante queste elezioni. Ad esempio, a Ceppaloni, nel Sannio, il candidato fedelissimo dell’ex ministro Clemente Mastella è stato sconfitto dal candidato di Forza Italia, Claudio Cataudo. Questa è stata definita una “vittoria storica” dal parlamentare azzurro Francesco Maria Rubano. Allo stesso modo, a Pomigliano D’Arco, ex fortino di Luigi Di Maio, il candidato socialista Lello Russo è stato eletto per la settima volta a 83 anni, grazie anche all’assenza dei simboli di Movimento 5 Stelle e Partito Democratico.

 A QUARTO ELETTO SABINO AL PRIMO TURNO GRAZIE A PATTO PD-M5S

Alcuni comuni non hanno avuto sorprese durante il primo turno. Ad esempio, a Quarto, Antonio Sabino è stato eletto al primo turno grazie a un’ampia coalizione tra Partito Democratico e Movimento 5 Stelle.

A Ottaviano, alle pendici del Vesuvio, Biagio Simonetti, sostenuto dal centrodestra, è diventato sindaco grazie a una vasta coalizione.

A Pontecagnano, comune vicino a Salerno, il sindaco uscente Peppe Lanzara, del Partito Democratico, è stato rieletto contro il candidato di centrodestra Giuseppe Bisogno.

I BALLOTTAGGI NELLA PROVINCIA DI NAPOLI

Alcuni comuni si sono qualificati per il ballottaggio, che si terrà tra due settimane. A Torre del Greco, l’alleanza tra il Partito Democratico e il Movimento 5 Stelle ha sfiorato la vittoria con Luigi Mennella, ma sarà necessario il ballottaggio contro Ciro Borriello, esponente di Forza Italia.

A Marano, un comune napoletano retto sinora da un commissario, si deciderà nel secondo turno tra il candidato del Partito Democratico Matteo Morra e il candidato civico Michele Izzo. A Scafati, la sfida al ballottaggio vedrà l’ex sindaco Pasquale Aliberti del centrodestra e il renziano Corrado Scarlato. A Campagna, invece, si scontreranno Biagio Lungo e Perfrancesco D’Ambrosio.

I COMMENTI DOPO LO SPOGLIO: SARRACINO (PD)

Il quadro politico che emerge al momento non è caratterizzato da vincitori netti né da vinti. Ognuno può tirare un sospiro di sollievo accontentandosi dei risultati del primo turno, in attesa di tirare le somme tra due settimane. Il parlamentare del Partito Democratico Marco Sarracino riflette sulla competitività del modello di coalizione tra il suo partito e il Movimento 5 Stelle, che ha dimostrato di poter concorrere e giocarsi le carte praticamente ovunque. Allo stesso tempo, riconosce che là dove questo sforzo non ha prevalso, i risultati sono stati negativi.

MARTUSCIELLO (FI): SIAMO IL PRIMO PARTITO DEL CENTRODESTRA IN CAMPANIA

Il coordinatore regionale di Forza Italia, Fulvio Martusciello, esulta per le vittorie ottenute: “Forza Italia è il primo partito del centrodestra in Campania. Andiamo al ballottaggio da soli a Torre del Greco e Scafati e raggiungiamo percentuali significative ovunque”.

“Forza Italia – aggiunge – tocca il 19,33 % a Scafati e il 9,21% a Pontecagnano. Questi risultati collocano il nostro partito al primo posto nel centrodestra in provincia di Salerno. Qui il nostro candidato sindaco a Scafati raccoglie da solo oltre il 40 % dei consensi”. Martusciello sottolinea anche i risultati conseguiti a San Felice a Cancello , in provincia di Caserta, dove gli azzurri ottengono l’8,7% e a Maddaloni dove Fi elegge consiglieri comunali. In provincia di Napoli – prosegue il coordinatore forzista – il nostro partito ottiene il 10,73 % a Boscoreale, l’8,06% ad Ottaviano, il 7,64% a Torre del Greco, il 7,22 % a Qualiano. ad Ottaviano con Biagio Simonetti e a Ceppaloni con Claudio Cataudo, sottolineando che dimostrano la forza di Forza Italia come partito. Ora si guarda avanti al ballottaggio, dove si deciderà il futuro di molti comuni campani e dove le alleanze e le strategie politiche giocheranno un ruolo fondamentale”.

Skip to content