domenica, Giugno 16, 2024
HomeCronacaDiabete a Napoli questo "conosciuto", ma ancora troppi i decessi

Diabete a Napoli questo “conosciuto”, ma ancora troppi i decessi

Questa patologia ha un alto impatto socio-economico non solo per la sua elevata diffusione ma anche per la gravità delle complicanze

Diabete mellito in costante crescita negli ultimi anni. L’allarme è lanciato da Maria Corvino, medico specializzato e presidente del corso di aggiornamento “Il diabete: tra ospedale e territorio” in programma mercoledì 24 maggio al Grand Hotel Serapide di Pozzuoli.

DATI ALLARMANTI DELL’ORGANIZZAZIONE MONDIALE DELLA SANITA’

”Secondo l’organizzazione mondiale della sanità sono da attribuire 1,5 milioni di decessi a tale malattia. Inoltre, questa patologia ha un alto impatto socio-economico, non solo per la sua elevata diffusione ma anche per la gravità delle sue complicanze. Ecco quindi che è importante acquisire nuove conoscenze circa la diagnosi e il trattamento intensivo sin dall’esordio, in modo da permettere sia di migliorare la qualità della vita del paziente, sia di risparmiare i costi a carico del sistema sanitario nazionale”.

PERCORSI AD OSTACOLI PER ACCESSO ALLE CURE

”Negli ultimi anni – aggiungono i dottori Antonio Maddalena e Vincenzo Nuzzo, responsabili scientifici della giornata – la ricerca scientifica ha messo a disposizione numerose innovazioni per una cura sempre più ‘personale e personalizzata’ della malattia. Nuove classi farmacologiche e nuove tecnologie sempre più sofisticate hanno dimostrato efficacia nel controllo glicemico, senza particolari rischi aggiuntivi di ipoglicemia, sviluppando potenziali effetti di prevenzione cardio-nefro-cerebro-vascolare. Gli studi clinici randomizzati e controllati, effettuati utilizzando i nuovi farmaci e le tecnologie innovative, hanno rivoluzionato le indicazioni delle linee guida internazionali e nazionali, ponendo sempre più al centro dell’attenzione la salute globale del paziente affetto da diabete mellito, con l’indicazione ad agire precocemente ed efficacemente. L’accesso alle cure, assicurato dal nostro sistema sanitario nazionale universalistico, deve essere garantito grazie ad una interazione e ad una collaborazione tra i pazienti, le loro famiglie e tutte le figure professionali sanitarie coinvolte”.

Il corso ”Il diabete: tra ospedale e territorio” si divide in quattro sessioni, con il programma che si aprirà con i saluti del direttore dell’Asl Napoli 1 Centro, Ciro Verdoliva. Durante la giornata di lavoro verranno trattati alcuni aspetti della patologia diabetica.

Skip to content