giovedì, Giugno 13, 2024
HomeCronacaEx dipendente Enel arrestato per contratti-truffa da un milione di euro

Ex dipendente Enel arrestato per contratti-truffa da un milione di euro

Il 49enne per realizzare la truffa aveva creato 15 società con cui ha fatto firmare oltre 400 contratti a prezzi convenienti.

Ex dipendente Enel arrestato per contratti-truffa da un milione di euro

Da ex dipendente licenziato dal Servizio Elettrico Nazionale ha truffato il suo ex datore di lavoro e tante attività commerciali a cui proponeva tariffe agevolate convincendole a cambiare contratto di erogazione di energia e trattenendo i corrispettivi delle bollette da loro regolarmente versati.
Ha così fatto accumulare nel tempo a centinaia di utenti morosità per 1,2 milioni di euro.
E’ quanto contestato dalla Procura di Napoli Nord al 49enne Enzo Rosario Trapani, di Calvizzano, finito agli arresti domiciliari su ordine del Gip di Napoli Nord, cui il pm si è rivolto, ottenendo l’emissione del provvedimento cautelare.

LE INDAGINI DELLA GDF DI NAPOLI

A realizzare le indagini la Guardia di Finanza di Napoli, che ha iniziato a compiere accertamenti in seguito alla denuncia presentata dal Servizio Elettrico Nazionale, che si era accorto che centinaia di suoi utenti non pagavano le bollette.
E’ così emerso che il 49enne, per realizzare la truffa, aveva creato 15 società con cui ha fatto firmare ad attività commerciali, molte delle quali vecchi clienti del Servizio Elettrico Nazionale, oltre 400 contratti a prezzi convenienti presso 182 punti di fornitura.
Trapani contattava i clienti storici del suo ex datore, che già conosceva da quando era dipendente; dopo averli convinti a cambiare fornitore e a stipulare i contratti con una delle sue società, contattava l’originario erogatore di energia e richiedeva l’attivazione di forniture indicando come contraente le sue società.
Il 49enne tratteneva i soldi delle bollette e faceva inoltre in modo che il Servizio Elettrico Nazionale non si accorgesse di nulla e continuasse ad erogare l’energia, inviandogli periodicamente richieste di volture e ricevute di pagamento contraffatte.

Skip to content