mercoledì, Luglio 17, 2024
HomeAttualitàMaradona non fu evasore, sentenza "deposta" ai Quartieri Spagnoli

Maradona non fu evasore, sentenza “deposta” ai Quartieri Spagnoli

Un gesto che Pisani ha voluto compiere in occasione del quarantesimo anniversario dell’arrivo del campione argentino in città

Maradona non fu evasore, sentenza “deposta” ai Quartieri Spagnoli

Maradona non fu un evasore, a dirlo una sentenza della Corte di giustizia tributaria che adesso, l’avvocato Angelo Pisani, storico legale del Pibe de oro, ha deposto simbolicamente nella cappella con i cimeli del Diez davanti al murales ai Quartieri Spagnoli. Un gesto che Pisani ha voluto compiere in occasione del quarantesimo anniversario dell’arrivo del campione argentino in città. (Intervista in video allegato).

Ma a Napoli sono stati tanti coloro che hanno voluto ricordare quel luglio dell’84 quando Diego saluto per la prima volta i tifosi partenopei. È il caso dello storico general manager e amico di Maradona Stefano Ceci che ha promosso una tre giorni di iniziative sul lungomare proprio nel nome del pibe de oro dal titolo “Dios in the Street”. (Intervista in video allegato).

Skip to content