martedì, Giugno 25, 2024
HomeCronacaReddito cittadinanza, Fico: "Non siamo noi a soffiare su fuoco"

Reddito cittadinanza, Fico: “Non siamo noi a soffiare su fuoco”

Erano le orecchie di Roberto Fico che fischiavano, quando qualche giorno fa il Governo difendeva la scelta del taglio del reddito cittadinanza

Erano le orecchie di Roberto Fico che fischiavano, quando qualche giorno fa il Governo difendeva la scelta del taglio del reddito di cittadinanza accusando qualcuno dell’opposizione di soffiare suo fuoco delle proteste degli ex percettori. L’ex presidente della Camera, Roberto Fico, espressione della maggioranza del Governo che varò la misura di sostegno alla povertà, respinge però quelle accuse

A SECONDIGLIANO L’INCONTRO ORGANIZZATO A NAPOLI DAL M5S

Fico ha partecipato a Napoli a un incontro sul taglio del reddito di cittadinanza organizzato nella biblioteca comunale di Secondigliano dai rappresentanti istituzionali del movimento cinque stelle, partito che dopo aver voluto la misura ora è sceso in campo per difendere a spada tratta la sua creatura.

LA PROPOSTA DI UN REDDITO REGIONALE DEL CONSIGLIERE SAIELLO

Con l’ex presidente della Camera, i presidenti di 3 Municipalità, Fabio Greco, Antonio Troiano e Nicola Nardella, il consigliere comunale di Napoli, Salvatore Flocco, il consigliere regionale della Campania Gennaro Saiello, che presenterà una mozione al presidente del De luca per l’introduzione di un reddito regionale (misura tra l’altro già introdotta in passato da Antonio Bassolino quando era lui a presiedere la Giunta regionale della Campania) e l’assessore al Welfare del Comune di Napoli, Luca Trapanese, preoccupato per i risvolti sociali derivanti dal taglio dell’assegno

Skip to content