domenica, Giugno 16, 2024
HomeAttualitàStalking con flatulenze a mezzobusto Tg1, a processo direttore e 5 giornalisti

Stalking con flatulenze a mezzobusto Tg1, a processo direttore e 5 giornalisti

La giornalista Dania Mondini sarebbe stata costretta dai suoi superiori a lavorare in una stanza insieme a collega con problemi intestinali

Nuovi sviluppi emergono nel caso ormai noto come “flatulenza gate”. Dopo quattro anni di ostracismo e continue molestie, la giornalista del Tg1, Dania Mondini, vede finalmente la luce (e soprattutto aria nuova) in fondo al tunnel.

CHIUSURA DELLE INDAGINI A CARICO DELL’EX DIRETTORE DEL TG1

Le indagini condotte dalla procura generale di Roma, rappresentata dai magistrati Marcello Monteleone e Francesco Piantoni, hanno portato alla conclusione delle investigazioni. Rivelando una situazione di stalking orchestrata da sei dirigenti di viale Mazzini nei confronti della giornalista.

Secondo quanto emerso dalle indagini condotte dalla procura generale di Roma, la giornalista Dania Mondini sarebbe stata costretta dai suoi superiori a lavorare in una stanza insieme a un collega notoriamente affetto da problemi intestinali.

PER GLI INQUIRENTI SI TRATTA DI UNA PUNIZIONE DELIBERATA

Questa condizione ha esposto la giornalista a continue flatulenze, le quali, secondo le accuse, costituivano una punizione deliberata da parte dei dirigenti Rai. In base ai dati raccolti, gli inquirenti hanno individuato ben 23 episodi di persecuzione subiti da Mondini nel periodo compreso tra il 2018 e il 2021.

Sotto processo sono finiti l’ex direttore del Tg1, Andrea Montanari, il vice Filippo Gaudenzi, la collega Costanza Crescimbeni, il caporedattore Piero Damosso, il vice Marco Betello e l’ex direttore Giuseppe Carboni. Secondo la Procura avrebbero agito con un “medesimo disegno criminoso”, volendo penalizzare Mondini sia dal punto di vista professionale che psicofisico.

 

Skip to content