Home Spettacoli Successo a Portici per lo spettacolo/concerto "Albino e Plautilla"

Successo a Portici per lo spettacolo/concerto “Albino e Plautilla”

Musica e teatro sono gli elementi che magnificamente si fondono nello spettacolo/concerto “Albino e Plautilla”, prodotto dalla Fondazione Pietà de’ Turchini, di scena mercoledì scorso nell’incantevole scenario del Galoppatoio della Reggia di Portici in una serata realizzata d’intesa con l’Università degli Studi Federico II. Il pregevole intermezzo buffo, opera del compositore settecentesco Leonardo Vinci, è stato proposto nella raffinata e puntuale esecuzione dell’ensemble Talenti Vulcanici diretto da Stefano Demicheli.

Molto apprezzati i solisti, il mezzosoprano Gaia Petrone e il baritono Javier Povedano, protagonisti nei ruoli della damigella Plautilla e del capitano di milizie Albino. Ad essi, l’originale drammaturgia di Angela Di Maso (che firma anche la regia e il disegno luci dello spettacolo) affianca l’attore Massimo Finelli nel ruolo del compositore Leonardo Vinci, universalmente ritenuto tra i massimi esponenti della “scuola musicale napoletana.

Divenuto personaggio, il musicista conduce lo spettatore nelle trame e nei segreti dei suoi righi pentagrammati attraverso il racconto di significativi frammenti della sua vita e, ancor più, della sua misteriosa morte. Alla seriosità del personaggio fa da contraltare il Pulcinella delle “guarattelle”, nelle sue incursioni e nei deliziosi duetti con Vinci, compiuti in scena da Bruno Leone, maestro indiscusso in questa antichissima forma d’Arte. Belli e filologicamente impeccabili i costumi di Giusi Giustino, preziosa la consulenza musicologica di Paolo Maione.

Stefano Demicheli e i Talenti Vulcanici restituiscono così una nuova esecuzione in tempi moderni di questa rara e preziosa partitura. La stessa che, circa trecento anni fa, Leonardo Vinci poneva tra gli atti della tragedia “Silla Dittatore”, rappresentata, in prima esecuzione assoluta, il 1 novembre del 1723 al Palazzo Reale di Napoli e che dimostra di non temere l’ingiuria del tempo così come testimoniano i convinti e prolungati applausi del numeroso pubblico presente la scorsa sera alla Reggia di Portici.

Riello: “Due clan di camorra controllano tutta l’area metropolitana di Napoli”

Non è più valido lo schema di una camorra "polverizzata", rispetto ad una mafia organizzata militarmente. "Due soli clan, l' Alleanza di Secondigliano e...

Napoli, da lunedì 24 operativi tutti i centri anti violenza

Da lunedì 24 gennaio saranno operativi tutti i Centri Anti violenza presenti sul territorio cittadino: ne dà notizia l’assessorato alle pari opportunità guidato da...

La SSIP racconta digitalizzazione e biblioteche del futuro

“Le quattro dimensioni della Digitalizzazione e le Biblioteche del futuro" èl'appuntamento organizzato presso la sede della Stazione Sperimentale per l’Industria delle Pelli e delle...

Va al funerale della zia, latitante arrestato dai carabinieri a Portici

Lo scorso 29 marzo si rese protagonista di un rocambolesco inseguimento tra le strade di Ercolano dove, dopo aver rubato un furgone, alla vista...

Riello: “Due clan di camorra controllano tutta l’area metropolitana di Napoli”

Non è più valido lo schema di una camorra "polverizzata", rispetto ad una mafia organizzata militarmente. "Due soli clan, l' Alleanza di Secondigliano e...

Napoli, da lunedì 24 operativi tutti i centri anti violenza

Da lunedì 24 gennaio saranno operativi tutti i Centri Anti violenza presenti sul territorio cittadino: ne dà notizia l’assessorato alle pari opportunità guidato da...

La SSIP racconta digitalizzazione e biblioteche del futuro

“Le quattro dimensioni della Digitalizzazione e le Biblioteche del futuro" èl'appuntamento organizzato presso la sede della Stazione Sperimentale per l’Industria delle Pelli e delle...

Va al funerale della zia, latitante arrestato dai carabinieri a Portici

Lo scorso 29 marzo si rese protagonista di un rocambolesco inseguimento tra le strade di Ercolano dove, dopo aver rubato un furgone, alla vista...

Esplode ristorante a Fuorigrotta, l’ombra del racket e della guerra di camorra

Panico nella notte in via Caio Duilio a Fuorigrotta. Un ordigno esplosivo é stato fatto brillare da ignoti alle 4.20 del mattino nel dehors...
Skip to content