domenica, Giugno 23, 2024
HomeAttualitàTorna a vedere a 102 anni: Emmanuela sceglie Napoli per intervento cataratta

Torna a vedere a 102 anni: Emmanuela sceglie Napoli per intervento cataratta

La cataratta bilaterale della centenaria Emmanuela le impediva di percepire la luce e di distinguere le sagome

Emmanuela, una donna di 102 anni, ha riacquistato la vista dopo aver subito un delicato intervento alla cataratta presso la Clinica Mediterranea di Napoli. La storia di questa incredibile trasformazione sta facendo il giro del mondo, poiché rappresenta una vera e propria conquista della medicina moderna.

Nonostante la sua età avanzata e le difficoltà legate alla situazione generale del suo occhio, Emmanuela ha deciso di affrontare l’intervento, motivata dalla sua forte volontà di rivedere i suoi tre figli e i suoi due nipoti, nonché di poter finalmente riprendere la sua grande passione: la lettura.

INTERVENTO CHIRURGICO ALL’AVANGUARDIA PRESSO LA CLINICA MEDITERRANEA DI NAPOLI

L’operazione è stata eseguita con successo da un team guidato dal rinomato dottor Vincenzo Orfeo, specialista in Oftalmologia e responsabile dell’Unità Operativa di Oculistica della Clinica Mediterranea di Napoli. Il dottor Orfeo, che è anche professore a contratto presso l’Università di Trieste, ha spiegato che l’intervento rappresentava una sfida a causa dell’età della paziente e delle condizioni particolari del suo occhio. Tuttavia, la volontà e la determinazione di Emmanuela hanno giocato un ruolo fondamentale nella riuscita dell’operazione.

LA DONNA NON PERCEPIVA LA LUCE E NON DISTINGUEVA LE SAGOME

La cataratta bilaterale di Emmanuela le impediva di percepire la luce e di distinguere le sagome. L’intervento ha richiesto l’inserimento di una mini sonda all’interno dell’occhio attraverso un piccolo taglio di soli 2 millimetri. Questo ha consentito di rimuovere la parte “dura” del cristallino che ostruiva la vista, preservando al contempo la cornea. Nonostante le possibili complicazioni legate alle strutture circostanti e alla cornea in particolare, il dottor Orfeo ha affermato che l’operazione è stata a rischio molto basso, grazie alla determinazione e alla volontà di Emmanuela.

La gioia di Emmanuela nel momento in cui ha riacquistato la vista è stata immensa, e il dottor Orfeo ha sottolineato come sia stata una ricompensa per tutto il team medico che ha partecipato all’intervento.

Ora, Emmanuela si prepara a sottoporsi all’operazione anche al secondo occhio nei prossimi mesi, con l’obiettivo di poter tornare a svolgere in autonomia molte attività quotidiane e di godersi di nuovo la lettura, la sua grande passione.

Skip to content