mercoledì, Febbraio 21, 2024
HomeCronaca30mila in strada per lo sciopero generale indetto da Cgil e Uil

30mila in strada per lo sciopero generale indetto da Cgil e Uil

A piazza Matteotti un minuto di “rumore” per le vittime di femminicidio

30mila in strada per lo sciopero generale indetto da Cgil e Uil

Dalle condizioni del mondo del lavoro alle pensioni, passando per la sanità e l’autonomia differenziata: sono state tante le vertenze portate in piazza dallo sciopero indetto da CGIL e UIL nelle regioni del meridione per protestare contro la legge di bilancio.

Circa 70 autobus provenienti da tutte le provincie si sono riversati nel capoluogo campano già dalle prime ore della mattina.  In 30mila hanno risposto alla chiamata dei sindacati, dandosi appuntamento alle 9.30 in piazza Garibaldi.  Da qui è partita la manifestazione che è sfilata per le strade cittadine passando per il corso Umberto e arrivando a piazza Matteotti, dove prima si è svolto un minuto di “rumore” per le vittime di femminicidio e poi sono intervenuti i quattro delegati dei settori del commercio, dell’edilizia, dell’industria e dei pensionati ed il segretario generale della UIL di Napoli e Campania, Giovanni Sgambati.

A chiudere la giornata di protesta l’intervento del segretario della Cgil Maurizio Landini. Già annunciata la prossima mobilitazione, in programma per il 22 dicembre

Skip to content