venerdì, Marzo 1, 2024
HomeCronacaA Napoli medici a lezione di nanotecnologie, focus su cura Djokovic

A Napoli medici a lezione di nanotecnologie, focus su cura Djokovic

Un congegno molto piccolo, delle dimensioni di un bottone, che aderisce alla pelle come un cerotto. Una specie di mini laser.

Un congegno molto piccolo, delle dimensioni di un bottone, che aderisce alla pelle come un cerotto. Una specie di mini laser. Si chiama Taopatch ed è il dispositivo che ha curato il tennista Novak Djokovic da dolori e problemi di postura. E’ un’invenzione tutta italiana, che ai suoi scopritori ha portato il Nobel per la chimica 2023. Si basa su nanotecnologie e punti quantici. A Napoli, è stato tra gli argomenti discussi durante l’evento “La Nanotecnologia Luminosa e il Biohacking nella medicina e nell’Odontoiatria funzionale”. Di altri dettagli del Taopatch e delle ulteriori applicazioni che potrebbe avere in futuro, ne abbiamo parlato con chi lo ha inventato, il Ceo della Tao Technologies, Fabio Fontana

“La Nanotecnologia Luminosa e il Biohacking nella medicina e nell’Odontoiatria funzionale”

Nell’auditorium dell’ordine dei medici, il corso è servito a fare il punto sull’uso delle nano tecnologie nel trattamento delle patologie fisiche e psico-emozionali. A coordinare l’evento il dottor Massimo Buda.

Skip to content