sabato, Giugno 22, 2024
HomeCronacaAccordo per Caivano, stanziati 15 milioni di euro per riqualificazione

Accordo per Caivano, stanziati 15 milioni di euro per riqualificazione

Accordo per Caivano, stanziati 15 milioni di euro per riqualificazione

15 milioni di euro per interventi di riconversione e riqualificazione produttiva del territorio di Caivano. Li ha stanziato il ministero delle Imprese e del Made in Italy, guidato da Adolfo Urso, che ha stipulato un Accordo di programma con la Regione Campania e il Comune di Caivano. La legge di bilancio 2024 ha disposto per il Comune, commissariato e caratterizzato in alcuni quartieri da situazioni di forte degrado socio-economico, l’applicazione del regime di aiuto destinato alle aree di crisi industriale (Legge 181/89)

L’accordo, che ha durata di 36 mesi, prevede l’istituzione di un comitato tecnico composto da quattro membri – due in rappresentanza del Mimit, uno in rappresentanza della Regione e uno in rappresentanza del Comune – che si occuperà di vigilare, coordinare e monitorare lo stato di attuazione degli interventi con il supporto tecnico di Invitalia, soggetto gestore della misura. Con successivo provvedimento ministeriale verrà pubblicato l’avviso pubblico contenente i termini di apertura e le modalità di presentazione delle domande. Ai fini dell’ammissibilità alle agevolazioni, i progetti di investimento dovranno prevedere un programma occupazionale finalizzato a un incremento o al mantenimento del numero degli addetti dell’unità produttiva.

DON MAURIZIO PATRICIELLO

Intanto ieri il parroco del Parco Verde, Don Maurizio Patriciello, è stato ospite di Porta a Porta. Intervistato da Bruno Vespa ha svelato il retroscena dell’incontro con la premier, Giorgia Meloni.

“Ha aperto la porta e io dico grazie – ha detto il sacerdote -. Mi sono meravigliato moltissimo quando è venuta in parrocchia. Io le dissi che noi avevamo un grande desiderio di applaudirla, per cortesia si prenda i nostri applausi ma si può prendere anche i nostri fischi. E noi abbiamo fischiato troppo”. In nove mesi, ha proseguito ancora “è cambiato tanto” ricordando le opere avviate all’ex centro sportivo, che negli anni passati era diventato una discarica e penso “che per la fine del mese i primi bambini potranno nuotare nella piscina”. “A me il colore politico interessa relativamente. Io chiesto aiuto a Renzi quando c’era Renzi, a Conte quando c’era Conte. Ho bussato ad una porta che si è aperta ed ho il dovere di dire grazie”, ha aggiunto.

Skip to content