giovedì, Marzo 23, 2023
HomeCulturaAffido culturale, a Scampia un nuovo progetto di innovazione sociale

Affido culturale, a Scampia un nuovo progetto di innovazione sociale

“Per la prima volta io e mio figlio abbiamo visto il centro storico e alcuni musei di Napoli”, “Tra le braccia i più piccoli del gruppo, mani tese, voci che testimoniano la nostra presenza, il nostro esserci, per non sentirci più invisibili al mondo” e ancora “mi sono commossa a vedere la meraviglia negli occhi di mia figlia che non aveva mai visto dal vivo un quadro, figuriamoci il Cristo Velato”. Questi sono solo alcuni dei commenti, delle semplici e potenti parole delle mamme e dei papà delle oltre 60 famiglie del Quartiere Scampia di Napoli coinvolte – negli ultimi due anni (da settembre 2020) – nel progetto nazionale Affido Culturale, selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto alla povertà educativa minorile.

 

A raccoglierle, in parte e con estrema delicatezza, in una lettera aperte destinata alle Istituzioni, la maestra Elvira Quagliarella, referente per il progetto nella scuola partner Istituto Comprensivo Statale Virgilio IV, che aveva immaginato da tempo per venerdì 10 febbraio (ore 9) un evento dal titolo “La bellezza salverà il mondo: scende in campo la sfida di Scampia” al fine di testimoniare e raccogliere un’altra “chance culturale” per i ragazzi e le famiglie di Scampia.

 

Le 29 fruizioni culturali previste dal progetto in ciascuna città (oggi più di 2200 in tutta Italia) attraverso cui le famiglie di Affido Culturale oltre 900 su tutto il territorio nazionale, di cui 60 solo a Scampia – hanno visitato musei, centri storici, teatri, librerie, fattorie didattiche, science center hanno reso “visibile” quella condizione di povertà.

Il programma dell’evento – venerdì 10 febbraio – è stato articolato in una sessione mattutina, a partire dalle ore 9, per prevedere, oltre ai saluti istituzionali della Dirigente, gli interventi dell’assessore della Regione Campania Lucia Fortini, dell’assessore del Comune di Napoli Maura Striano, del vice presidente dell’VIII Municipalità Anna Distinto e dei referenti del progetto Affido Culturale fra cui la prof. Elvira Quagliarella, coordinatrice del progetto presso l’Istituto, anche il dr. Ivan Esposito, responsabile nazionale e ideatore di AC, e Fabrizia Paternò Soprintendente del Pio Monte della Misericordia, in qualità di ente capofila nazionale del progetto.

Skip to content