domenica, Giugno 23, 2024
HomeAttualità"Al Caprì", cucina d'eccellenza e specialità dell'isola azzurra

“Al Caprì”, cucina d’eccellenza e specialità dell’isola azzurra

Il ristorante nella piazzetta di Capri

“Al Caprì”, a due passi dalla  famosa  piazzetta di Capri, è il ristorante in cui oltre alla  buona cucina  mediterranea, con specialità capresi, è di casa la cortesia e la  professionalità dei collaboratori di sala.

La location è davvero di rara bellezza,infatti “Al Caprì” è situato in un’ampia terrazza di fronte ad un panorama mozzafiato del golfo di Napoli e della penisola Sorrentina.

Massimo Verde ed Enzo Ioele, entrambi capresi, hanno in gestione la struttura da circa 15 anni e sono orgogliosi della stessa per il maturato successo che dipende anche dal fatto di avere un ottimo rapporto qualità/prezzo.

Ad accoglierci si è presentata Cetty Girace che con grande educazione ci ha descritto le pietanze tipiche dispensando cordiali sorrisi oltre che competenza.

“La nostra filosofia- spiega uno dei gestori Massimo Verde -porta avanti un principio di grande tradizione della  tipica cucina  caprese e mediterranea. Per la soddisfazione del cliente – continua- proponiamo soltanto prodotti freschi e di alta qualità”.

 

I due gestori capresi, hanno incontrato molte  difficoltà in quanto prima operavano  nel settore alberghiero ed hanno deciso di provare a realizzare questa  esperienza nel  settore gastronomico che ha realizzato un rilevante successo, tanto che di recente è stato realizzato un altro ristorante ad Anacapri che si chiama “Due Pini”.

“ll covid ci ha  messo in grave  difficolta- ha sottolineato Enzo Ioele, l’ altro gestore- tanto che  siamo stati costretti a modificare totalmente il nostro  lavoro adoperandoci nel  solo asporto”.

Il locale nel quale è ubicato “il Caprì” inizialmente si chiamava “Caprice”, era una vecchia sala giochi ed è stato rilevato dai due capresi che hanno scommesso subito sul loro  possibile successo.

Antonio Andreozzi “Chef” e Massimiliano Cestrone “Sous Chef” del locale, preparano per i fortunati clienti il tipico gnocchetto con granchio e limone sfusato della Costiera.

Tra i piatti preferiti e più richiesti dai clienti- ci spiega Cestrone con soddisfazione- c’è il risotto limone e gamberi che viene sfumato con il prosecco allo scopo di far sentire i profumi della nostra terra.

Tra le pietanze tipiche del locale si annoverano anche uno splendido scialatiello con pomodorini gialli, pesce spada e burrata, il tipico raviolo caprese e lo spaghetto alla nerano.

“Fin da piccolo, all’età di 15 anni, ho iniziato a cimentarmi in cucina  con mia  madre- ci ha spiegato Cestrone- che preparava delle torte fantastiche ed aveva  sempre me come  unico collaboratore”.

Le  difficoltà che  sono nate dal covid sono state brillantemente superate da tutto lo staff che  si avvale di ottimi collaboratori di sala come  Diego Guida e Marco Lombardi. I gestori ci hanno sottolineato,infine anche l’ulteriore  difficoltà nella gestione del personale che hanno trovato con notevoli ostacoli per le  note agevolazioni relative al  reddito di cittadinanza.

“Abbiamo realizzato una  splendido team- sottolinea Massimo Verde- che va  avanti nonostante mille  difficoltà,una  squadra unita  che ha il solo scopo di avere cura del cliente”.

La cucina a vista del locale,infine,fa  notare sia l’armonia che regna tra gli operatori e sia la grande pulizia che è un vero fiore all’occhiello del locale.

“Non ci sono parole per descrivere il cliente felice che soggiorna 7 giorni sull’isola e torna ogni sera a mangiare da noi “ – conclude Massimo Verde –  “è stupendo guardare i nostri clienti quando escono dal locale ed applaudono la nostra cucina”.

I presupposti per gli ulteriori futuri successi di “Al Caprì “ci sono tutti: un panorama mozzafiato, uno staff di professionisti in gamba,una cucina mediterranea con tipiche pietanze capresi di alto livello ed una  vasta possibilità  di scelta che si rivolge anche agli amanti della pizza che viene preparata tutte le sere con grande  maestria.

 

 

 

Skip to content