lunedì, Agosto 8, 2022
Home Cronaca Astroni, fuochi d'artificio in una villa bruciano 50 ettari di vegetazione

Astroni, fuochi d’artificio in una villa bruciano 50 ettari di vegetazione

Sono stati i fuochi d’artificio esplosi in una villa per ricevimenti a provocare l’enorme rogo, che ha mandato in fumo 50 ettari di vegetazione.
Intorno alle 23.20 del 31 luglio scorso, infatti, al termine di una cerimonia che si p tenuta in una villa per eventi, sono state esplose nove batterie di fuochi d’artificio: alcuni dei razzi, esplosi dal parcheggio, sono finiti però sugli alberi del Cratere degli Astroni, dove sorge l’Oasi Naturale Protetta del Wwf, dando vita al vasto incendio.
Il rogo ha assunto vaste proporzioni ed è stato necessario mettere in campo un ingente dispiegamento di forze per domarlo: 5 elicotteri, 2 canadair, 70 autobotti, 7 veicoli di soccorso e 66 uomini e donne impegnati tra carabinieri, vigili del fuoco e dipendenti della Regione Campania.
Quando l’incendio è stato finalmente domato, è stato stimato che sono andati distrutti 50 ettari di vegetazione nella Riserva Naturale Protetta.
I carabinieri delle stazioni forestali di Napoli e Pozzuoli hanno immediatamente avviato le indagini per stabilire la natura del rogo e per individuare eventuali responsabili.
Grazie alle immagini delle telecamere di videosorveglianza e ad alcune testimonianze, i militari dell’Arma sono riusciti a identificare coloro che hanno esploso le batteria di fuochi d’artificio: si tratta di un uomo di 33 anni, parcheggiatore abusivo all’esterno della villa per ricevimenti e del titolare di quest’ultima, un uomo di 63 anni; entrambi sono stati denunciati alla Autorità Giudiziaria per concorso in incendio boschivo, mentre le batterie di fuochi pirotecnici sono state sequestrate.

Al Cardarelli il primo trapianto di fegato con “machine perfusion”

Al Cardarelli primo trapianto di fegato con l’utilizzo della “machine perfusion”. Si chiama “machine perfusion” ed è una tecnologia oggi disponibile al Cardarelli di Napoli,...

Mostra d’Oltremare: “Nessuna ipotesi di chiusura del parco”

Mostra d'Oltremare: "Nessuna ipotesi di chiusura del parco". I vertici di Mostra d'Oltremare SpA e il socio Comune di Napoli in merito al comunicato stampa...

Scoperto canale Telegram che vendeva carte d’identità false e sim

Scoperto canale Telegram che vendeva carte d'identità false e sim. In azione i Carabinieri di Sant'Anastasia, denunciati 4 giovani pirati informatici. Una segnalazione “riferiva” di...

Armadi e bauli, a Pompei spunta la casa della middle class

In una stanza un armadio rimasto chiuso per duemila anni con tutto il suo corredo di stoviglie all'interno, piattini di vetro, ciotole di ceramica,...

Al Cardarelli il primo trapianto di fegato con “machine perfusion”

Al Cardarelli primo trapianto di fegato con l’utilizzo della “machine perfusion”. Si chiama “machine perfusion” ed è una tecnologia oggi disponibile al Cardarelli di Napoli,...

Mostra d’Oltremare: “Nessuna ipotesi di chiusura del parco”

Mostra d'Oltremare: "Nessuna ipotesi di chiusura del parco". I vertici di Mostra d'Oltremare SpA e il socio Comune di Napoli in merito al comunicato stampa...

Scoperto canale Telegram che vendeva carte d’identità false e sim

Scoperto canale Telegram che vendeva carte d'identità false e sim. In azione i Carabinieri di Sant'Anastasia, denunciati 4 giovani pirati informatici. Una segnalazione “riferiva” di...

Armadi e bauli, a Pompei spunta la casa della middle class

In una stanza un armadio rimasto chiuso per duemila anni con tutto il suo corredo di stoviglie all'interno, piattini di vetro, ciotole di ceramica,...

Mostra d’Oltremare, De Negri: “Non sarà parco pubblico”

"Ho avuto la bella notizia della cancellazione immediata di ogni velleità della precedente amministrazione comunale di fare del polo fieristico Mostra d'Oltremare di Napoli...
Skip to content