mercoledì, Febbraio 21, 2024
HomeAttualitàBambini obesi 1 su 3, in Campania oltre 40%

Bambini obesi 1 su 3, in Campania oltre 40%

Dal 17 al 21 maggio a Napoli si terrà una cinque giorni di incontri dedicati a prevenzione e alimentazione mediterranea.

Bambini obesi 1 su 3, in Campania oltre 40%

In Italia un terzo dei bambini è già in sovrappeso o obeso e questa percentuale raggiunge il 44% dei bambini in Campania. Rendendola così la regione maglia nera, subito seguita con il 42% dalla Calabria.

A NAPOLI IL FESTIVAL DEI 5 COLORI DEL BENESSERE

Proprio queste due regioni saranno protagoniste del Festival dei 5 colori, presentato al Ministero dell’Agricoltura. Dal 17 al 21 maggio, presso il Maschio Angioino a Napoli si terrà una cinque giorni di incontri dedicati a prevenzione e alimentazione mediterranea. Con convegni e giochi che vedranno protagonisti anche personaggi dello spettacolo come Nino Frassica e Nicola Piovani.

Le iniziative arriveranno anche nelle scuole e proseguiranno con un tour in diverse città della Calabria. Le buone abitudini alimentari, sono alla base delle salute degli adulti di domani. “Obesità non significa avere un po’ di pancia – sottolinea Giuseppe Morino, direttore Scientifico del Festival – ma grasso al fegato, pressione alta, livelli di colesterolo elevati, disregolazione di insulina”.

“Per questo, abbiamo ideato dei percorsi all’interno delle classi con giochi e attività che coinvolgono anche insegnanti e famiglie”.

Il numero 5 è il simbolo del Festival, precisa Maria Teresa Carpino, presidente Associazione Pancrazio e ideatrice del Festival, “perché rappresenta i cinque colori del benessere, rosso, verde, bianco, giallo e blu, legati proprio ai colori simbolo delle vitamine di cui sono ricche frutta e verdura”. “L’attenzione verso gli alimenti di cui ci nutriamo – conclude Annamaria Staiano, presidente della Società Italiana di Pediatria (Sip) – ha effetti diretti sul nostro benessere. E’ importante che sempre più persone facciano tesoro dei prodotti che il nostro territorio può offrire”.

IL FESTIVAL E’ DEDICATO AI BAMBINI MA ANCHE AI GENITORI EDUCATORI

Destinatari del festival non sono solo i bambini ma anche i loro genitori perché “la pandemia ha modificato negativamente le abitudini quotidiane di gran parte della popolazione. Per esempio, 1,2 milioni di persone hanno iniziato o ripreso a fumare e il 32% degli adulti è aumentato di peso”, conclude Francesco Cognetti, presidente della Federazione degli oncologi, cardiologi e ematologi (Foce).

Skip to content