giovedì, Luglio 18, 2024
HomeCronacaBlitz dei Carabinieri a Caivano, in manette i signori del racket

Blitz dei Carabinieri a Caivano, in manette i signori del racket

Le forze dell'ordine cercavano un latitante, hanno scoperto per caso il giro di estorsioni

Blitz dei Carabinieri a Caivano, in manette i signori del racket.

Gli estorsori del clan Angelino vessavano da anni i commercianti e gli imprenditori di Caivano e dei territori limitrofi. Le richieste di denaro, pressanti, continue, avevano messo in ginocchio molte realtà, contribuendo a creare un clima irrespirabile in tutta l’area. Per questo erano finiti nel mirino della Direzione Distrettuale Antimafia, che dopo un’inchiesta molto accurata, ha deciso di far scattare un blitz affidato ai Carabinieri del Gruppo di Castello di Cisterna. Su delega del Procuratore della Repubblica e autorizzazione del Gip, sono state eseguite 14 ordinanze di custodia cautelare, di cui 13 in carcere e una ai domiciliari, nell’area del comune di Caivano e nei comuni adiacenti. Tutti i soggetti coinvolti nell’operazione sono  gravemente indiziati, a vario titolo, dei reati di associazione di tipo mafioso, oltre che di estorsione e tentata estorsione, delitti aggravati dal “metodo mafioso.

L’operazione è inserita anche nelle attività che ormai da mesi le forze dell’ordine stanno mettendo in campo per bonificare il territorio che si sviluppa intorno al Parco Verde, teatro di terribili delitti e violenze ai danni di bambini. Anche in questo caso agli arresti non si è giunti per le denunce degli imprenditori o dei commercianti vessati, che per paura continuano a tacere. Le indagini si sono sviluppate durante le ricerche di un latitante della famiglia Angelino e grazie a intercettazioni e pedinamenti, che hanno consentito di ricostruire l’attività illegale del sodalizio criminale.

Skip to content