Home Cronaca Camorra, clan Di Lauro: sequestro beni da 10 milioni

Camorra, clan Di Lauro: sequestro beni da 10 milioni

Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli ha sequestrato, tra la Campania e l’Abruzzo, un ingente patrimonio del valore di oltre 10 milioni di euro, riconducibile a Gaetano Britti, 75 anni, ritenuto affiliato al clan Di Lauro.

Il provvedimento, che ha riguardato beni immobili tra i Comuni di Napoli, Melito di Napoli e Castel di Sangro (L’Aquila), è stato emesso dal Tribunale di Napoli – Sezione per l’Applicazione delle Misure di Prevenzione – su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia partenopea, ed è stato eseguito dal Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Napoli.

In particolare, gli specialisti del Gico hanno sequestrato fabbricati e terreni dopo aver ricostruito come le risorse accumulate nel tempo dalla famiglia erano state favorite dal rapporto di parentela fra il Britti e il cognato Rosario Pariante, protagonista del cosiddetto “Cartello Scissionista” nel periodo di erosione della struttura organizzativa del clan Di Lauro.

Prima della contrapposizione armata tra i Di Lauro e gli Scissionisti, Britti, grazie al rapporto con il cognato, aveva goduto di un canale privilegiato attraverso il quale, secondo gli investigatori, gli venivano affidate ingenti somme di denaro di provenienza illecita derivanti dal traffico di sostanze stupefacenti e dalle estorsioni che, attraverso una propria struttura organizzata, “reinvestiva” in operazioni di usura, riciclaggio e reimpiego nell’economia legale.

Bagnoli e Fuorigrotta senza presidi sanitari, pensionati in piazza

La pandemia è arrivata anche nei quartieri di Bagnoli e Fuorigrotta eppure, denunciano le sigle dei pensionati di cgil, cisl e Uil, strutture e...

Scuola, in piazza a Napoli la fiaccola dei “nodad”

Non sono famiglie negazioniste, rispettano i rischi del contagio ma temono anche le conseguenze che potrebbe avere sui loro figli il prolungamento della didattica...

De Luca annuncia in diretta: “Da lunedì la Campania diventa rossa”

"Siamo ormai in zona rossa perché il livello di contagio non si può più reggere. E' evidente che bisogna prendere misure eccezionali". Così il...

Accordi Regione-Cliniche Private e stipendi 118 nel mirino della Corte dei Conti

La Corte dei Conti della Campania ha stoppato l’accordo tra Regione Campania e strutture private per i posti letto Covid (un accordo da 30...

Bagnoli e Fuorigrotta senza presidi sanitari, pensionati in piazza

La pandemia è arrivata anche nei quartieri di Bagnoli e Fuorigrotta eppure, denunciano le sigle dei pensionati di cgil, cisl e Uil, strutture e...

Scuola, in piazza a Napoli la fiaccola dei “nodad”

Non sono famiglie negazioniste, rispettano i rischi del contagio ma temono anche le conseguenze che potrebbe avere sui loro figli il prolungamento della didattica...

De Luca annuncia in diretta: “Da lunedì la Campania diventa rossa”

"Siamo ormai in zona rossa perché il livello di contagio non si può più reggere. E' evidente che bisogna prendere misure eccezionali". Così il...

Accordi Regione-Cliniche Private e stipendi 118 nel mirino della Corte dei Conti

La Corte dei Conti della Campania ha stoppato l’accordo tra Regione Campania e strutture private per i posti letto Covid (un accordo da 30...

Linea 6, sopralluogo nel cantiere di piazza della Repubblica

Otto anni fa il crollo di palazzo Guevara Gambino che determinò ritardi nei lavori. Sono a buon punto ora i lavori di completamento, previsto per...
Skip to content