giovedì, Febbraio 22, 2024
HomeCronacaCaprette morte a Capri, no avvelenamento ma fulmine

Caprette morte a Capri, no avvelenamento ma fulmine

La folgorazione è stata accertata incrociando i dati meteo del momento con l'assenza di tracce di sostanze tossiche

Un forte temporale con fulmini è la causa della morte delle caprette ad Anacapri lo scorso primo luglio. Lo conferma l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno (IZSM) insieme al Dipartimento di Medicina veterinaria e produzioni animali della Federico II (DMVPA-UNINA) e all’Asl Napoli 1 Centro. I due centri di ricerca sono stati incaricati di fare luce sulla morte improvvisa di numerose caprette nei pressi del monte Solaro ad Anacapri.

FATALE IL RIFUGIO SOTTO AD UN ALBERO DURANTE IL TEMPORALE

Secondo i ricercatori gli animali si erano rifugiati sotto un albero. Ma il rimedio è stato peggiore del male. La folgorazione è stat accertata incrociando i dati meteo del momento con l’assenza di tracce di sostanze tossiche. In un primo momento, infatti si pensava all’intossicazione delle caprette.

Per la conferma definitiva si dovranno attendere i risultati delle analisi istologiche specifiche. Inoltre, al fine di escludere altre cause di morte e per controllare lo stato sanitario delle capre sul territorio caprese, sono stati effettuati i campionamenti per approfondimenti di natura tossicologica ed infettiva attualmente in corso presso i rispettivi laboratori dell’IZSM.

Skip to content