Home Coronavirus Esplode la rabbia dei ristoratori campani, occupato lungomare Napoli

Esplode la rabbia dei ristoratori campani, occupato lungomare Napoli

Un giorno zona gialla, poi arancione e nel futuro imminente il concreto rischio di rientrare in zona rossa, con tutte le conseguenze per l’economia.

Comprensibile quindi la rabbia dei ristoratori napoletani e salernitani che questa mattina, preoccupati di una nuova chiusura totale delle proprie attività, hanno protestato occupando la carreggiata del lungomare di Napoli.

Circa cento manifestanti hanno spostato al centro della strada i cassonetti della spazzatura, organizzando poi un sit in che ha provocato il blocco della circolazione.

Sul posto sono intervenute le forze dell’ordine in tenuta antisommossa, in numero eccessivo rispetto ai ristoratori.

Forse per evitare quanto avvenne alla manifestazione dello scorso 23 ottobre, davanti alla Regione Campania.

Non si sono verificati momenti di tensione, non fosse stato per le opinioni diverse degli stessi manifestanti, divisi tra chi avrebbe preferito non arrecare disagi al resto della cittadinanza e chi voleva proseguire invece nel blocco stradale in attesa di ricevere risposte dalle istituzioni

https://fb.watch/3UAgtXs0nh/

Scavi di Ercolano: nuove imprese con Invitalia nel parco archeologico

In che modo il Parco Archeologico di Ercolano, appartenente al sito UNESCO con Pompei e Oplontis, può concretamente contribuire al miglioramento della qualità della vita...

Ordigno esplode in negozio Napoli, la reazione di residenti e commercianti

Avevano aperto da poco i titolari del negozio di caldaie devastato dall'esplosione di un ordigno posizionato da ignoti, la scorsa notte, davanti all'ingresso del...

Lollo Caffè per il pianeta, via ai canali social per progetto Treedom

Lollo Caffè aderisce all’iniziativa Treedom, l’unica piattaforma web al mondo che permette di piantare un albero a distanza e seguirlo online. L’iniziativa “Lollo Caffè x il pianeta” sarà...

Lite per posto auto, ucciso per difendere la figlia nel Napoletano

E' intervenuto per difendere la figlia e per questo avrebbe pagato con la vita Maurizio Cerrato, l'uomo di 61 anni ucciso ieri sera a...

Scavi di Ercolano: nuove imprese con Invitalia nel parco archeologico

In che modo il Parco Archeologico di Ercolano, appartenente al sito UNESCO con Pompei e Oplontis, può concretamente contribuire al miglioramento della qualità della vita...

Ordigno esplode in negozio Napoli, la reazione di residenti e commercianti

Avevano aperto da poco i titolari del negozio di caldaie devastato dall'esplosione di un ordigno posizionato da ignoti, la scorsa notte, davanti all'ingresso del...

Lollo Caffè per il pianeta, via ai canali social per progetto Treedom

Lollo Caffè aderisce all’iniziativa Treedom, l’unica piattaforma web al mondo che permette di piantare un albero a distanza e seguirlo online. L’iniziativa “Lollo Caffè x il pianeta” sarà...

Lite per posto auto, ucciso per difendere la figlia nel Napoletano

E' intervenuto per difendere la figlia e per questo avrebbe pagato con la vita Maurizio Cerrato, l'uomo di 61 anni ucciso ieri sera a...

Concorsone Regione Campania, tirocinanti in piazza contro la terza prova

Chiedono la semplificazione del cosiddetto concorsone della Regione Campania e l'assunzione immediata con la firma del contratto entro giugno 2021 senza passare dalla terza...
Skip to content