mercoledì, Giugno 19, 2024
HomeCronacaDi vito (INGV): "Sciame rallenta, ma ci aspettiamo nuovi terremoti. Monitoriamo caldera...

Di vito (INGV): “Sciame rallenta, ma ci aspettiamo nuovi terremoti. Monitoriamo caldera a mare”

Attenzione alla fuoriuscita di gas dalle "Fumose" di Monte Nuovo

Lo sciame sismico legato al fenomeno del bradisismo, che sta interessando ormai da giorni l’area dei Campi Flegrei, ha avuto un rallentamento ma non si è fermato. Lo ha spiegato il direttore dell’Osservatorio Vesuviano dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Mauro Di Vito, ormai in servizio 24 ore su 24 nella sala operativa.

Il suolo continua deformarsi con la velocità di 2 centimetri al mese, tutti i fattori indicativi classici del fenomeno continuano a manifestarsi e dunque è impossibile prevedere se e per quanto tempo lo sciame sismico proseguirà . E’ logico attendersi altri terremoti, anche se è bene dirlo di magnitudine media, seppur superficiali per cui distintamente avvertiti dalla popolazione.

BRADISISMO, IL FENOMENO DELLE FUMOSE

In queste ore la rete di controllo è stata estesa anche ad aree meno attenzionate. In particolare, i sub si sono immersi nelle prime ore del mattino nelle acque del golfo di Pozzuoli, a sud di Monte Nuovo. Qui la fuoriuscita di gas dalle cosiddette “Fumose”, l’apparato vulcanico formatosi in pochi giorni a fine settembre-primi di ottobre del 1538, è un termometro di quello che sta accadendo.

 

Skip to content