mercoledì, Maggio 29, 2024
HomeSpettacoliFesta scudetto, tormentone Malatì? No è Guataquì

Festa scudetto, tormentone Malatì? No è Guataquì

LA CURIOSITA' - Perché parliamo di Martina Camargo? E perché proprio a Napoli, prima e dopo i festeggiamenti dello scudetto?

Festa scudetto, tormentone Malatì? No è Guataquì

Lei si chiama Martina Camargo ed è considerata una delle figure più importanti del Tambora. Ovvero un genere musicale unico della costa caraibica colombiana che può essere riassunto come una miscela di suoni africani, influenze europee e indigene.

LA TRACCIA DA SEGUIRE: MARTINA CAMARGO

Perché parliamo di Martina Camargo? E perché proprio a Napoli, prima e dopo i festeggiamenti dello scudetto?
Il mistero è subito svelato. Basta ascoltare l’inizio della sua canzone “Guataquì”.
Quando è stata incisa? Nel 2009. La stagione del Napoli che comincia con Roberto Donadoni e finisce con Walter Mazzarri. Non quella dei cori, del primato in classifica e poi dello scudetto.

L’ISPIRAZIONE

Il pezzo ha “ispirato” il brano “voce e pelle” di Ciccio Merolla (che non ne ha fatto mistero) e che ha composto la sua Malatìa, nel cui video compare anche Amandha Fox. Divenuto rapidamente campione di streaming sulle piattaforme social e anche una vero e proprio inno per lo stadio “Maradona”.

Skip to content