giovedì, Luglio 18, 2024
HomeCronacaFoibe, a Napoli una strada per ricordare gli esuli

Foibe, a Napoli una strada per ricordare gli esuli

Fa pace con gli esuli istriani e i martiri delle foibe la città di Napoli. Lo fa intitolando, nel giorno della commemorazione, una strada

Foibe, a Napoli una strada per ricordare gli esuli

Fa pace con gli esuli istriani e i martiri delle foibe la città di Napoli. Lo fa intitolando, nel giorno della commemorazione, una strada all’ingresso del bosco di Capodimonte. Largo Esuli d’Istria, Fiume e Dalmazia. L’intitolazione arriva dopo anni in cui il comune si era allineato con il resto d’Italia, fingendo che le foibe non avessero lo status di tragedia al pari di altre della storia d’Italia.

LO SFOGO DELL’ESULE

Istriano, il signor Paolo Roitz fu anche costretto a lasciare la propria terra d’origine. Oggi vive a Napoli ed era presente anche lui nel bosco di Capodimonte, dal 1946 al 92 il più grande campo di concentramento profughi della città. (INTERVISTA NEL SERVIZIO VIDEO ALLEGATO)

CAPODIMONTE LUOGO SIMBOLO

Per questo motivo, scelto come luogo simbolo per ricordare le foibe. Spiega Diego Lazzarich, presidente dell’associazione nazionale Venezia – Giulia e Dalmatia. Al termine della cerimonia è stata deposta una corona d’alloro nel bosco. Nel punto in cui è situata la targa che ricorda le vittime delle Foibe

Skip to content