sabato, Dicembre 3, 2022
HomeAttualitàGratuito patrocinio, avvocati napoletani chiedono intervento del Parlamento

Gratuito patrocinio, avvocati napoletani chiedono intervento del Parlamento

Nel 1995 erano settemila in Italia le richieste di gratuito patrocinio di cittadini non in grado di pagare l’avvocato, nel 2020 180mila.

Solo nel distretto giudiziario di Napoli, superano i 13mila le persone che non possono permettersi la cosiddetta difesa d’ufficio, un istituto garantito dalla Costituzione con lo Stato che sopperisce alle difficoltà economiche di chi ha bisogno di assistenza legale.

Ciò nonostante, i tempi di attesa dei pagamenti superano anche i 5 anni. Questo il contesto che ha spinto gli avvocati napoletani a promuovere una proposta di legge per ridurre i tempi del decreto liquidazione equiparandolo a quello dei magistrati ausiliari.

La proposta di legge, che ha trovato come interlocutore il deputato Andrea Mastro delle Vedove di Fratelli d’Italia, è stato oggetto di un dibattito nella camera penale del tribunale di Napoli, moderato dalla giornalista Gabriella Peluso e a cui hanno preso il presidente della camera penale, Marco Acampora e l’avvocato Raffaele de Cicco ideatore della proposta di legge

Skip to content