domenica, Aprile 21, 2024
HomeAttualitàIl capitano Di Lorenzo svela i segreti del Napoli dei record

Il capitano Di Lorenzo svela i segreti del Napoli dei record

In un'intervista al canale Lega Serie A il difensore spiega: "I nostri continui cambi di posizione per disorientare gli avversari"

Il capitano Di Lorenzo svela i segreti del Napoli dei record. In un’intervista al canale Lega Serie A il difensore spiega: “Quest’anno abbiamo una grande opportunità, non dobbiamo mollare di un centimetro”.

PAROLE DA CAPITANO

Dal 2019 Giovanni Di Lorenzo è a Napoli e dalla scorsa estate è il capitano, ha raccolto i gradi del dopo Insigne.
“Sicuramente indossare la fascia di capitano mi riempie d’orgoglio, è una grandissima responsabilità. Quando il mister quest’estate ha deciso di darla a me sono stato subito contento. Ma lo sono stato ancora di piùper l’approvazione di tutti i compagni, magari anche di quelli a cui toccava più di me perché erano da più tempo. Penso a Zielinski, Mario Rui o anche Meret. Sto cercando di meritarmela ogni giorno questa fascia”.

Terzino destro, capace di leggere il gioco, diventando ala e centrocampista. Ruolo strategico per il meccanismo del sistema di gioco di Spalletti.

“Questa alternanza di posizioni ci aiuta in campo a non dare punti di riferimento agli avversari. Lavoriamo molto su questo punto qui, lo scambiarci di posizioni, proviamo sempre tanti schemi. Il mister ci indica dove andare e come metterci in campo. Il calcio si evolve e dunque la bravura dell’allenatore è trovare nuove soluzioni e nuove idee. In questo Spalletti è molto bravo, in ogni partita ci mette nelle condizioni di esprimerci al meglio, dobbiamo seguirlo e continuare a lavorare”.

A Napoli l’entusiasmo è alle stelle, grazie alle prestazioni del Napoli dei record. La squadra e la città inseguono un sogno all’unisono.

“Se c’è una cosa che ho capito è che l’umore della città dipende dai nostri risultati. Abbiamo una responsabilità in più verso la nostra gente. Sarei falso a dire che non abbiamo una grandissima opportunità quest’anno. Ma manca ancora tantissimo, non dobbiamo mollare di un centimetro, ci concentreremo sul lavoro e su quello che ci ha portato a stare in testa alla classifica, fino alla fine del campionato.

Prossima partita con lo Spezia, avversario sempre complicato.

“E’ una formazione che sta facendo bene, ricordiamo tutti all’andata che è stata una partita veramente difficile, abbiamo segnato solo alla fine. La prepareremo nel modo giusto  e mettermo sempre in campo le nostre qualità per puntare alla vittoria.

 

Skip to content