domenica, Febbraio 5, 2023
HomeNewsIl Generale Inverno in sella, lunedì arriva la "sciabolata artica"

Il Generale Inverno in sella, lunedì arriva la “sciabolata artica”

A Venezia massima allerta per l’acqua alta: prevista l’attivazione del Mose in mattinata. Neve su Vesuvio e Castelli Romani.

Il Generale Inverno in sella, lunedì arriva la “sciabolata artica”

Tutto pronto a Venezia per l’attivazione del sistema Mose a protezione della laguna.

Oggi in mattinata sono previsti 115 centimetri di acqua. Un livello di allarme che giustifica l’alzata delle paratoie. L’ultima volta è accaduto a dicembre scorso.

Ma è il freddo a mettere sotto scacco tutta la penisola.

LUNEDI AL SUD PREVISTA LA SCIABOLATA ARTICA DI ATTILA SECONDO METEO.IT

Il tempo previsto per domani, secondo Il Meteo.it sarà simile a quello odierno con neve sul settore orientale ed al Sud: attenzione tra la serata della domenica e le prime ore del lunedì a nevicate copiose tra Campania meridionale, Basilicata occidentale e nord Calabria. In queste zone la neve potrebbe arrivare ad accumulare fino a 40 cm oltre i 300 metri di quota nel peggiore degli scenari.

Lunedì 23, invece, la “sciabolata artica di Attila” colpirà ancora il Sud ma soprattutto le regioni centrali adriatiche con accumuli ventati fino a 60 cm tra Marche meridionali ed Abruzzo: durante questo spostamento dei fenomeni più intensi verso Nord la neve potrebbe tornare anche in Emilia e zone interne del Veneto.

Insomma nelle prossime 72 ore il gelo e la neve saranno sempre più i protagonisti di questo periodo gelido del cuore dell’inverno.

NEVE ANCHE IN COLLINA E NEI CASTELLI ROMANI

Nella notte ha nevicato anche a quote collinari. Sulle Alpi il pericolo valanghe è di grado 3 in una scala fino a 5.

Piano d’emergenza anche in Abruzzo, mentre in Molise, a Campobasso, oggi le scuole resteranno chiuse.

In Campania, invece, terminato l’allarme arancione alle 9 di stamattina, ma resta alta l’attenzione della Protezione Civile regionale.

A Napoli il Vesuvio si mostra con la cima imbiancata e la neve è comparsa a basse quote anche nel Lazio, nella zona del Castelli Romani.

A CAPRI TREMENDA SCIROCCATA CON MARE FORZA 5

Mare ancora molto mosso: ieri a Ischia sono state evacuate 90 persone per il rischio frane determinato dal drammatico smottamento del mese scorso a Casamicciola.

Sciroccata anche a Capri con vento fino a 40 nodi e con mare forza 5.

SOTTO OSSERVAZIONE IL FIUME VOLTURNO ESONDATO NEI GIORNI SCORSI

Osservato speciale il fiume Volturno che ha rotto gli argini in località Grazzanise nel Casertano.

A rischio nel Beneventano i pregiati vigneti di Solopaca. Nei giorni scorsi Coldiretti Campania ha lanciato l’allarme per l’eccessiva pioggia che ha allagato anche i campi di ortaggi e le serre.

Skip to content