sabato, Aprile 13, 2024
HomeAttualitàIl ministro della cultura a Napoli inaugura La Flagellazione di Caravaggio

Il ministro della cultura a Napoli inaugura La Flagellazione di Caravaggio

Il ministro della cultura a Napoli inaugura La Flagellazione di Caravaggio

La flagellazione di Cristo, una delle opere maggiori di Caravaggio, arriva al Museo di Donnaregina, dove è stata esposta alla presenza del ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano.

Un’iniziativa che nasce dalla collaborazione tra il Fondo Edifici di Culto, il Museo di Capodimonte e il Museo di Donnaregina, che hanno unito le forze per portare una delle opere magne di Merisi nel centro antico di Napoli.

Si tratta di uno dei quadri più significativi e famosi del Caravaggio, realizzato nel 1607 per la chiesa di San Domenico Maggiore, dove è stato esposto per oltre 3 secoli. Poi, circa 50 anni fa, il trasferimento della tela a Capodimonte. Il coordinamento organizzativo dell’allestimento è stato curato da Elio de Rosa, direttore per la gestione museale del Museo di Donnaregina. La mostra sarà visitabile fino al 31 maggio.

Per l’occasione, i visitatori potranno acquistare un solo biglietto integrato che consente l’accesso anche al Pio Monte della Misericordia, dove  si trova un altro capolavoro del pittore.

Ad accogliere il ministro il presidente del Consiglio di amministrazione del Fondo Edifici di Culto e direttore del Museo e Real Bosco di Capodimonte Schmidt.

Le dichiarazioni

“Non a caso – ha detto Schmidt – arriva qui proprio nella fase di avvicinamento alla Pasqua. Riavere qui la Flagellazione di Cristo rappresenta una doppia offerta. La potranno apprezzare, infatti, sia i cultori della storia dell’arte e di Caravaggio, sia i credenti che vogliono riflettere sul tema della flagellazione e della passione del Cristo”.

“Cultura e turismo – ha spiegato il ministro – sono due facce della stessa medaglia, un binomio inscindibile. Oggi il turismo non si accontenta più di essere stanziale, come negli anni 70. Aumenta la domanda di turismo, ma anche quella di cultura. Le persone che viaggiano, a qualsiasi latitudine, vogliono conoscere i luoghi, ne vogliono conoscere la storia e l’identità. Noi dobbiamo essere in grado di intercettare questa esigenza”.

Giornata napoletana per Sangiuliano

Giornata ricca di appuntamenti in città quella del ministro che dopo la tappa a largo Donnaregina, ha preso parte alla conferenza su “L’economia della cultura come fattore di sviluppo” a palazzo Fuga e all’inaugurazione dei nuovi spazi della Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio, a palazzo Reale.

Skip to content