mercoledì, Febbraio 1, 2023
HomeAttualitàIl Napoli riparte da Genova, vittoria con la Samp aspettando la Juve

Il Napoli riparte da Genova, vittoria con la Samp aspettando la Juve

Il 2-0 a Marassi è un segnale positivo, ma la squadra non è ancora al top

Il Napoli riparte da Genova, vittoria con la Samp aspettando la Juve.
Segnali di ripartenza a Genova dove il Napoli, seppur contro la terz’ultima in classifica, in un contesto emotivo e ambientale complicato, trova la prima vittoria dell’anno. Segnali, si diceva, perché è a questi che occorre aggrapparsi. La squadra non è ancora nemmeno lontanamente paragonabile a quella supersonica della prima parte della stagione. La velocità, di passo e di pensiero, è lontana da quella conosciuta e ammirata. Ma basta un Napoli non al meglio per scacciare via i fantasmi della sconfitta con l’Inter e riprendere il cammino. La doppia preparazione, il post-ritiro in Turchia, hanno lasciato scorie nei muscoli. Lo stop and go ha scaricato le energie mentali. Al contrario la notte di Milano non ha scalfito la determinazione e la voglia di riprendere la corsa, nella scia di Oshimen, il vero trascinatore della squadra (al contrario di Kvaratskelia che fatica a ritrovare la condizione ottimale).

NAPOLI CAMPIONE D’INVERNO

La vittoria del Napoli contro la Samp consente agli azzurri, con due giornate d’anticipo, di laurearsi campioni d’inverno e di attestarsi a +7 sulla Juventus seconda in classifica. Attesa al Maradona venerdì prossimo, in un match ad altissima tensione sportiva che l’Osservatorio del Viminale ha già definito ad alto rischio. Tensione che Spalletti, a fine gara, ha contribuito ad alimentare con risposte piccate e intolleranza nei confronti delle domande dei giornalisti.

TAFFERUGLI ULTRA’ PRIMA DELLA PARTITA

Tensione e violenza che hanno invece caratterizzato le ore precedenti la partita di ieri. Sull’autostrada scontri tra Ultrà del Napoli e della Roma e successivamente tafferugli a Genova, a pochi minuti dall’incontro con i doriani. Nonostante la presenza delle forze dell’ordine, i due gruppi organizzati si sono scontrati sulle corsie dell’autostrada, con un prologo di lancio di pietre e fumogeni sulle auto in transito. Il bilancio è di un ferito grave e di 200 soggetti identificati.

RISCHIO SANZIONI SEVERE

Le proposte di far giocare a porte chiuse le gare di Napoli e Roma sono da respingere con forza. Non si può condannare un’intera tifoseria per l’azione folle e criminale di piccoli gruppi, a centinaia di chilometri di distanza dagli stadi. Si tratta di delinquenza e come tale va trattata. Occorre arrestare i colpevoli e consentire a chi legittimamente chiede di andare allo stadio di poterlo fare liberamente. Il Napoli di quest’anno e Napoli, meritano di essere accompagnati con entusiasmo e ottimismo, di sicuro non con l’ombra della violenza incombente e asfissiante.

Skip to content