martedì, Maggio 21, 2024
HomeAttualitàIl Porto di Napoli è una bomba inquinante, allarme della commissione Salute

Il Porto di Napoli è una bomba inquinante, allarme della commissione Salute

Secondo un esperto c'è un'elevatissima presenza pericolosi inquinanti

Il Porto di Napoli è una bomba inquinante. L’allarme viene dal risultato dei lavori della commissione Salute e Verde del Comune di Napoli. Presieduta da Fiorella Saggese, l’assise ha discusso “dell’inquinamento del porto, e degli effetti sulla salute dei cittadini”.

L’INTERVENTO DELL’ESPERTO

Le misurazioni compiute da Axel Friedrich, tra i massimi esperti in materia di qualità dell’aria, hanno evidenziato che la concentrazione di ossido e biossido di azoto nel porto di Napoli ha raggiunto livelli preoccupanti. Secondo lo scienziato, intervenuto alla riunione, sarebbe elevatissima pure la presenza a mare di black carbon. Si tratta di uno dei più pericolosi inquinanti antropici, associato a una serie di disturbi polmonari e riduzione dell’aspettativa di vita. La commissione ha identificato alcune azioni da intraprendere: l’istituzione di un’area NECA mediterranea (zona a controllo delle emissioni di azoto), la creazione di un’area a basse emissioni nel golfo di Napoli, e il rinnovo delle flotte per renderle più sostenibili. Utile in questo senso sarebbe anche adottare un sistema di tassazione delle navi sulla base delle emissioni inquinanti”.

L’ASSOCIAZIONE CITTADINI PER L’ARIA

Anna Gerometta, dell’associazione Cittadini per l’aria, ha chiesto al Comune di avviare una interlocuzione con l’Autorità Portuale per introdurre questo modello di tariffazione, applicato già in moltissimi porti europei. Urgente poi elettrificare le banchine, per limitare l’inquinamento delle navi quando sono in porto, e disporrei più controlli sui carburanti utilizzati dalle navi. Gennaro Esposito (Manfredi Sindaco) ha sottolineato gli effetti dell’inquinamento in termini di costi sanitari per la collettività e ha auspicato maggiore attenzione sul tema, mentre Sergio Colella (Manfredi Sindaco) e Catello Maresca (Gruppo Maresca) hanno ragionato sul ruolo dell’Amministrazione comunale in materia e sulle possibili azioni da intraprendere attraverso il Governo centrale. Per la presidente Saggese la riunione di oggi rappresenta un primo passo per affrontare la questione dell’inquinamento nel porto nei prossimi mesi con tutti gli attori competenti.

Skip to content