domenica, Giugno 16, 2024
HomeAmbienteTerremoto in Abc, Zanotelli in catene per tutela acqua pubblica

Terremoto in Abc, Zanotelli in catene per tutela acqua pubblica

Che il sindaco Manfredi fosse di diverse vedute sull’acqua pubblica rispetto a de Magistris, lo si era capito dal primo giorno

Che il sindaco Gaetano Manfredi fosse di diverse vedute sull’acqua pubblica rispetto a Luigi de Magistris, lo si era capito dal primo giorno del suo ingresso a palazzo San Giacomo quando, circa due anni fa, fece chiudere la fontanella realizzata in muratura in piazza Municipio per consentire ai passanti di dissetarsi gratuitamente. Una fontanella, simbolo del referendum sull’acqua pubblica del 2011 al cui esito si allineò subito la precedente amministrazione e oggi invece ridotta a un ricettacolo di spazzatura.

LA PROTESTA DI PADRE ALEX E DEL COORDINAMENTO ACQUA PUBBLICA

Al tronco di uno degli alberi della stessa piazza si è incatenato questa mattina il missionario comboniano, Alex Zanotelli, animatore del coordinamento Acqua pubblica, per protesta contro l’amministrazione Manfredi che nel silenzio generale ha cambiato lo statuto dell’Abc, la società pubblica che gestisce l’acquedotto napoletano. Una manovra che ha determinato anche le dimissioni della presidente Abc, Alessandra Sardu e del suo vice Domenico Aiello

IL PARERE DEL GIURISTA LUCARELLI

Con Zanotelli anche il professor Alberto Lucarelli, costituzionalista assessore ai Beni comuni nella giunta che trasformò da spa in pubblica la gestione dell’acquedotto

Skip to content