martedì, Luglio 23, 2024
HomeCronacaIn Italia 22 giornalisti sotto scorta, 5 sono in Campania

In Italia 22 giornalisti sotto scorta, 5 sono in Campania

5 solo in Campania mentre in provincia di Napoli sono 17 quelli che vivono sotto tutela per il loro impegno contro la camorra

In Italia 22 giornalisti vivono sotto scorta, 5 solo in Campania mentre in provincia di Napoli in 17 vivono sotto tutela per il loro impegno contro la mafia, la camorra o altre forme di criminalità organizzata. Dati emersi durante l’incontro “Il giornalista in terra di camorra” che si è svolto nella sede del comando provinciale della Guardia di Finanza del capoluogo campano. Un momento di riflessione sul lavoro di chi prova a raccontare l’intromissione delle organizzazioni criminali nel tessuto sociale cittadino, soprattutto in un periodo storico in cui la politica prova a imbavagliare il lavoro di tanti cronisti attraverso leggi, come la Cartabia, che vietano alla stampa di pubblicare nomi e particolari importanti contenuti negli atti di indagine. Organizzato dal sindacato unitario giornalisti della Campania, diversi gli intervenuti sull’argomento, tra cui il giornalista di Arzano finito sotto scorta dopo aver subito minacce dalla camorra, Mimmo Rubio e la presidente della commissione parlamentare Antimafia, Chiara Colosimo

GLI OSPITI INTERVENUTI ALL’INCONTRO DEL SINDACATO GIORNALISTI

Presenti al dibattito, moderato da Angelo Covino, il generale Paolo Borrelli, comandante provinciale di Napoli della Gdf, il prefetto di Napoli, Michele di Bari, Claudio De Salvo capo centro di Napoli della Direzione investigativa antimafia, Elisabetta Garzo presidente del Tribunale di Napoli, Vittorio Di Trapani presidente Fnsi, Claudio Silvestri segretario aggiunto Fnsi

Skip to content