mercoledì, Maggio 29, 2024
HomeCronacaLegalità e memoria, III edizione del premio Tersesa Buonocore

Legalità e memoria, III edizione del premio Tersesa Buonocore

Legalità e memoria, III edizione del premio Tersesa Buonocore

Tramandare ai più giovani il ricordo e l’insegnamento di chi ha pagato con la vita il prezzo della lotta contro la violenza sui minori e di genere. Si è svolta la terza edizione del premio Teresa Buonocore, vittima della criminalità organizzata e di femminicidio, uccisa a colpi di pistola nel settembre del 2010, perché rea di aver denunciato e fatto condannare a 16 anni un pedofilo.

In un auditorium della Regione Campania pieno di scolaresche sul tavolo dei relatori, al fianco di fiocchi rossi e mazzi di fiori, le pergamene con i nomi di quattro vittime della violenza di genere di Giulia Tramontano, Stefania Formicola, Norina Matuozzo, Annamaria Sorrentino. Alessandra Cuevas, la figlia di Teresa, ha poi voluto ricordare Rita Granata, 27enne investita e uccisa pochi giorni fa a Napoli.

PREMIATI

Tra i premiati Don Luigi Ciotti, fondatore di Libera, Don Fortunato di Noto, presidente dell’associazione Meter, da anni attivo nel contrasto alla pedofilia, Gildo Claps, fratello di Elisa. A ritirare il premio anche il giornalista Dario del Porto, che fu tra i primi a raccontare la storia di Teresa Buonocore.

(Interviste nel video allegato)

Skip to content