giovedì, Maggio 30, 2024
HomeAttualitàNapoli e il Pnrr, quando il destino della città è appeso alla...

Napoli e il Pnrr, quando il destino della città è appeso alla sindrome da convegno

Si parla dei progetti da realizzare a Napoli, grazie ai fondi del piano nazionale di resilienza e ripartenza, nella sede dell’Università federico II di San Giovanni a Teduccio.

Si parla di cosa farne dell’albergo dei poveri, di come attuare la transizione ecologica, di come dare una mano all’amministrazione comunale alla prese con un bilancio disastroso che non le consente neanche di integrare i vuoti nell’organico di palazzo san giacomo.

Tra dibattiti e convegni, se ne parla da due mesi. Un rituale stancante che si è ripetuto anche a San Giovanni a Teduccio questa mattina dove il sindaco Manfredi ha partecipato con i ministri di Maio e Carfagna al convegno “L’attuazione del PNRR nel Mezzogiorno d’Italia. Divario economico e divario istituzionale”.

Buone intenzioni, tante. Di progetti da realizzare, pure. I soldi, quelli invece, restano fermi a Roma e Napoli continua a “fare i conti” con gli stessi problemi della vecchia amministrazione

Anche perchè, in Parlamento, non sono poche le forze politiche, tra cui la Lega che a Napoli ha da poco anche un consigliere comunale, convinte che non debba essere solo Napoli l’unico comune a essere aiutato dal Governo

Skip to content