venerdì, Marzo 1, 2024
HomeAttualità“Per averci creduto”, un cortometraggio contro la violenza di genere

“Per averci creduto”, un cortometraggio contro la violenza di genere

il corto è ispirato alla storia vera di una violenza sessuale su minore, tratta dall'omonimo libro

“Per averci creduto”, un cortometraggio contro la violenza di genere

“Per averci creduto”. E’ il tema del convegno, promosso dal consigliere regionale e capogruppo del Movimento 5 Stelle, Michele Cammarano, contro la violenza sulle donne che si è svolto in queste ore nell’Aula Multimediale della Sede del Consiglio Regionale della Campania, al Centro Direzionale di Napoli.

“La cosa grave – ha spiegato Cammarano – è che la violenza contro le donne è all’ordine del giorno. Le notizie di questi giorni ci danno la misura di ciò che sta succedendo. Una civiltà come la nostra non dovrebbe poter accettare più questa situazione”.

All’iniziativa, nel corso della quale è stato presentato il cortometraggio, ispirato alla storia vera di una violenza sessuale su minore, tratta dal libro “Per averci creduto”, ha preso parte anche la psicoterapeuta e scrittrice Sandra Pagliuca.

“Parlo – ha detto Pagliuca – come ex vittima che poi è diventata professionista. Racconto le infinite difficoltà delle vittime. I tempi che attualmente la legge prevede, 1 anno dal codice rosso in avanti, non sono in grado di tutelare le vittime”.

Al tavolo dei relatori la Vicepresidente del Consiglio Regionale della Campania, Loredana Raia, i consiglieri regionali Severino Nappi (Lega), Bruna Fiola (Pd) e Roberta Gaeta (Demos).

“C’è bisogno – ha commentato Gaeta – di una svolta culturale. C’è bisogno anche una grandissima attenzione da parte dell’opinione pubblica, che però non può essere legata solo ad eventi tragici. C’è bisogno, insomma, di azioni strutturali per affrontare il problema”.

Skip to content