mercoledì, Maggio 29, 2024
HomeChiesa di NapoliSi rinnova il prodigio di San Gennaro, sangue sciolto alle 18.39

Si rinnova il prodigio di San Gennaro, sangue sciolto alle 18.39

Ci son volute un paio di ore, una processione nel ventre molle della città e il calore di migliaia di napoletani per far sciogliere il sangue di San Gennaro. Il sangue del santo patrono di napoli si è sciolto alle 18.38 nella basilica di santa Chiara dopo un primo tentativo fallito, quando l’arcivescovo don Mimmo Battaglia aveva prelevato l’ampolla custodita nella teca della cappella nel Duomo. Tantissima la partecipazione al ‘miracolo di Maggio’ sia lungo Spaccanapoli, che in Santa Chiara dove decine di migliaia di fedeli, curiosi e turisti si sono ritrovati. Tanta la curiosità degli stranieri nell’essere stati coinvolti nel rito collettivo, molto sentito dai napoletani. Nel centro storico il passaggio dei busti argentei di San Gennaro e dei compatroni è stato accompagnato dall’applauso della folla che si era assiepata lungo tutto il percorso e fin dentro il cortile antistante la Basilica di Santa Chiara. Al termine della processione, don mimmo Battaglia ha ripetuto il gesto prelevando l’ ampolla e in quel momento è stato sventolato il drappo bianco. Il segnale che il prodigio si era ripetuto. “Che sia un segnale-ha detto il vescovo durante l’omelia pronunciata nel corso della la funzione religiosa- di pace nel mondo”. Poi l’invito ai tanti presenti a pregare perche’ “nella nostra città non sia più versato sangue innocente”

Skip to content