giovedì, Aprile 18, 2024
HomeCultura"Tempeste", la IV edizione di NapoliCittàLibro dedicata a Piero Angela

“Tempeste”, la IV edizione di NapoliCittàLibro dedicata a Piero Angela

Dal 13 al 16 aprile NapoliCittàLibro porterà al Centro Congressi della Stazione Marittima di Napoli 150 eventi, 100 editori, 30 laboratori ed eventi per ragazze e ragazzi

“Tempeste”, la IV edizione di NapoliCittàLibro dedicata a Piero Angela

È stata presentata nei prestigiosi spazi delle Gallerie d’Italia – Napoli, in via Toledo, la IV edizione di NapoliCittàLibro – Salone del Libro e dell’Editoria, organizzata dall’associazione Liber@Arte, con il contributo del Cepell – Centro per il libro e la lettura del Ministero della Cultura, il sostegno di Intesa Sanpaolo, il patrocino di Rai Campania, Camera di Commercio di Napoli e Comune di Napoli e la mediapartnership di Rai. All’incontro con la stampa hanno partecipato gli editori Alessandro Polidoro e Rosario Bianco, presidente e vicepresidente associazione Liber@Arte; Luigi Carbone, Presidente Commissione Cultura del Comune di Napoli; Giulia Del Prete, Direttore Commerciale Exclusive Campania Calabria e Sicilia Intesa Sanpaolo. Un’edizione importante che supera i confini europei, con spazi dedicati all’immenso Piero Angela in collaborazione con RAI Teche e il patto di gemellaggio tra NapoliCittàLibro e la Feria Internacional del Libro de Calì (Columbia), finalizzato all’intensificazione delle relazioni culturali e sociali con riferimento costante all’azione comune per lo sviluppo della cultura, della pace, solidarietà e incontro tra i popoli.

Dal 13 al 16 aprile, dalle 10.00 alle 20.00, NapoliCittàLibro – Salone del Libro e dell’Editoria, con il titolo “Tempeste”, porterà al Centro Congressi della Stazione Marittima di Napoli, 150 eventi, 100 editori, 30 laboratori ed eventi per ragazze e ragazzi (NapoliCittàLibro Educational). Un programma molto vasto, elaborato dal Comitato scientifico composto da Vincenza Alfano, giornalista, scrittrice e docente di materie letterarie e latino; Ileana Bonadies, giornalista, critico teatrale e curatrice di eventi culturali; Beatrice Gigli, esperta di comunicazione e marketing che ha iniziato il suo lavoro anni fa ispirandosi al “Circolo delle Dame colte”, un salotto che promuoveva le relazioni pubbliche e le iniziative tra donne e uomini di cultura, nato a Napoli in epoca napoleonica; Guido Trombetti, Rettore Emerito Università degli Studi di Napoli Federico II. La quattro giorni di eventi sarà raccontata dall’attrice Mirea Flavia Stellato, che il grande pubblico ha conosciuto per la sua presenza in teatro e al cinema accanto a Vincenzo Salemme, attraverso pillole video divulgate sui canali social ufficiali di NapoliCittàLibro.

Tra gli autori più attesi, Monica Acito con “Uvaspina” (Bompiani) – domenica 16 aprile alle 17.00, Sala Urania 2; Miriam Candurro con “La settima stanza” (Sperling&Kupfer) – domenica 16 aprile alle 11.00, Sala Ulisse; Piera Carlomagno con “Il taglio freddo della luna” (Solferino) – giovedì 13 aprile alle 19.00, Sala Ulisse; Carola Carulli con “Tutto il bene, tutto il male” (Salani) – 14 aprile alle 16.00, Sala Urania 2; Andrea Colamedici e Maura Gancitano, ideatori e fondatori del progetto di divulgazione culturale Tlon, con “Ma chi me lo fa fare? Come il lavoro ci ha illuso: la fine dell’incantesimo” (HarperCollins Italia) – domenica 16 aprile alle 17.00, Sala Calipso; Edoardo De Angelis con “Comandante” (Bompiani) – sabato 15 aprile alle 15.00, Sala Calipso; Maurizio de Giovanni (sabato 15 aprile ore 17.00, Sala Calipso); Marina Di Guardo con “Dress Code. Rosso sangue” (Mondadori) – sabato 15 aprile alle 19.00, Sala Calipso; Paolo Di Paolo con “Inventarsi una vita” (La nave di Teseo) – venerdì 14 aprile alle 17.00, Sala Urania 3; Flo con il libro “La canzone che ti devo” – sabato 15 aprile alle 18.00, Sala Urania 3; Marcello Fois con “La mia Babele” (Solferino) – sabato 15 aprile alle 12.00, Sala Calipso; Gabriella Genisi con la serie di libri su Lolita Lobosco (Marsilio) insieme all’attore Giovanni Ludeno, che, nella serie, interpreta l’ispettore che indaga al fianco di Lolita – venerdì 14 aprile alle 19.00, Sala Calipso; Anilda Ibrahimi con “Volevo essere Madame Bovary” (Einaudi) – domenica 16 aprile alle 18.00, Sala Calipso; Fuani Marino con “Vecchiaccia” (Einaudi) – domenica 16 aprile alle 19.00, Sala Urania 2; Lorenzo Marone (venerdì 14 aprile alle 18.00, Sala Urania 2); Francesca G. Marone con “Le pentite” (Les Flâneurs Edizioni) – domenica 16 aprile alle 16.00, Sala Urania 1; Giuseppe Montesano con “Tre modi per non morire” (Bompiani) – venerdì 14 aprile alle 19.00, Sala Urania 2; Gianluigi Nuzzi con “I predatori (tra noi). Soldi, droga, stupri: la deriva barbarica degli italiani” (Rizzoli) – domenica 16 aprile alle 12.00, Sala Calipso; Federico Palmaroli con “Come dice coso” (Rizzoli) – sabato 15 aprile, alle 16.00, Sala Calipso; Romana Petri con “Rubare la notte” (Mondadori) – giovedì 13 aprile ore 13:00, Sala Calipso; Stefano Redaelli con “Ombra mai più” (Neo) – domenica 16 aprile ore 18.00, Sala Urania 1; Igiaba Scego con “Cassandra a Mogadiscio” (Bompiani) – sabato 15 aprile alle 11.00, Sala Calipso; Luca Trapanese con “Le nostre imperfezioni” (Salani Le Stanze) – giovedì 13 aprile alle 19.00, Sala Calipso; Nando Vitali con “L’uomo della posta” (Castelvecchi) – sabato 15 aprile alle 18.00, Sala Ulisse; Michele Zatta con Forse un altro” (Arkadia editore) – domenica 16 aprile alle 16.00, Sala Calipso; Marco Zurzolo con “I napoletani non sono romantici” – sabato 15 aprile alle 19.00, Sala Ulisse.

Tra gli eventi da non perdere: “Linguaggi. Le tempeste in Rete: Nuove forme di lettura/scrittura” con Francesca Guercio e Angelo Piero Cappello (Direttore CEPELL) – giovedì 13 aprile alle 17.00, Sala Urania 2; l’incontro sui 60 anni del Centro Produzione TV Rai di Napoli con la presentazione in anteprima nazionale del libro “La RAI a Napoli. 1963 – 2023: sessant’anni di televisione all’ombra del Vesuvio” (Rogiosi Editore), scritto dal giornalista Michelangelo Iossa – domenica 16 aprile alle 11.00, Sala Calipso; l’incontro con attori di Un posto al Sole – giovedì 13 aprile alle 18.00, Sala Calipso; “I linguaggi della radio” con Gianni Simioli, comunicatore geniale e creativo, talent scount, voce nazionale di Napoli su RTL 102.5, direttore artistico di Radio Marte – venerdì 14 aprile alle 18.00, Sala Ulisse; “Comunicare con il cibo” con lo chef stellato Giuseppe Iannotti – sabato 15 aprile alle 13.00, Sala Calipso; “Eredità colpevole”, avvincente noir tra Roma e Trieste di Diego Zandel a cura di Voland – sabato 15 aprile alle 18.00, Sala Urania 2; “45/90 45 storie della Serie A anni 90” di Tommaso Guaita, a cura di 66thand2nd – domenica 16 aprile alle 11.00, Sala Urania 3; “Le droghe. Dopo quattro decenni ritorna il libro più amaro e feroce di Laudomia Bonanni”, a cura di Cliquotdomenica 16 aprile alle 15.00, Sala Urania 3; “Ludmilla e il corvo” di Gennaro Serio, a cura di L’Orma editore domenica 16 aprile alle 17.00, Sala Urania 3; “Ciabatteria Maffei”(Tetra) di Graziano Gala – sabato 15 aprile alle 12.00, Sala Urania 2; “Nell’interzona di Polidoro”, nuova collana di narrativa italiana diretta da Orazio Labbate, con i tre autori Gianluca Barbera, Franca Cavagnoli e Michele Neri – sabato 15 aprile alle 16.00, Sala Urania 2; “Vita degli anfibi: l’attesa che si tramuta in tempesta” di Piero Balzoni (segnalato Premio Strega 2023), a cura di Alter ego – sabato 15 aprile alle 11.00, Sala Urania 3; Il giro racconta. La meravigliosa storia della Corsa Rosa e dei suoi 116 arrivi in Campania (LeVarie) di Gian Paolo Porreca – giovedì 13 aprile alle 16, Sala Urania 3.

Con NapoliCittàLibro Educational e i suoi cinque laboratori esperenziali, un’intera sezione del Salone sarà dedicata ai ragazzi e alle ragazze: “Capire il fumetto: raccontare tramite immagini e scrittura” a cura Scuola Internazionale di Comics; “Mostro – Un podcast originale e di grande attualità” a cura A cura di Marco Zapparoli, coeditore Marcos y Marcos; “Laboratorio di scrittura: Il racconto horror sulle orme di Edgar Allan Poe” a cura di Vincenza Alfano; “Laboratorio di narrativa” a cura di Paolo di Paolo; “Laboratorio di lettura” a cura del Centro per il libro e la lettura – Ministero della Cultura con la Fondazione Bellonci, partendo dal progetto condiviso Leggiamoci; “Laboratorio Booktoker e Bookstagrammer: il linguaggio virale dei libri” a cura di Storie di Napoli.

Skip to content