giovedì, Aprile 18, 2024
HomeCronacaViolenze in carcere, il pm: "Nessuna rivolta dei detenuti prima dei pestaggi"

Violenze in carcere, il pm: “Nessuna rivolta dei detenuti prima dei pestaggi”

La Procura di Santa Maria Capua Vetere (Caserta) ha chiesto l’archiviazione per 14 detenuti che erano stati denunciati dal personale della polizia penitenziaria in servizio al carcere di Santa Maria Capua Vetere per le proteste del 5 aprile 2020, che giustificarono il ricorso alla perquisizione straordinaria avvenuta il giorno successivo, 6 aprile, nel corso della quale circa 300 agenti della Penitenziaria sottoposero a pestaggi e violenze i quasi trecento detenuti del Reparto Nilo.

Fatti, questi ultimi, che hanno portato all’arresto di poliziotti e funzionari del Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria (Dap), attualmente tutti liberi, e all’inizio dell’udienza preliminare, il 15 dicembre scorso, a carico di 108 persone.

Lamine morì ad inizio maggio 2020 dopo un mese di isolamento.

Skip to content