giovedì, Giugno 20, 2024
HomeCronacaAssistenza disabili negata, trovati i fondi per l'Aias di Afragola

Assistenza disabili negata, trovati i fondi per l’Aias di Afragola

L'Asl Napoli 2 Nord ha stanziato tre milioni di euro per fronteggiare l'emergenza e garantire le cure necessarie ai piccoli pazienti

Assistenza disabili negata, trovati i fondi per l’Aias di Afragola

Saranno reintegrati i bambini diversamente abili che erano stati estromessi dalle terapie nel centro Aias di Afragola, in provincia di Napoli, a causa della mancanza di fondi. Questa notizia arriva grazie a una delibera emessa dall’Asl Napoli 2 Nord, che ha stanziato tre milioni di euro per fronteggiare l’emergenza e garantire le cure necessarie a questi piccoli pazienti. L’annuncio è stato reso noto dall’associazione “La Battaglia di Andrea”, un’organizzazione che da anni si impegna per i diritti dei bambini disabili dimessi.

L’ANNUNCIO DELL’ASSOCIAZIONE “LA BATTAGLIA DI ANDREA”

Asia Maraucci e Luigi Concilio, rispettivamente presidente e vicepresidente della “Battaglia di Andrea”, hanno espresso la loro immensa gioia per il risultato ottenuto. E dopo una lotta durata oltre tre mesi. Per loro, questo successo rappresenta la dimostrazione che la comunicazione efficace con le istituzioni e una battaglia coraggiosa possono portare a risultati significativi.

I due portavoce hanno spiegato che il dottor Marcello Ricci, responsabile della riabilitazione dell’Asl Napoli 2 Nord, ha comunicato loro personalmente attraverso un programma televisivo che i bambini dimessi da Afragola potranno essere reintegrati.

CENTO GIORNI SENZA ASSISTENZA: DA OGGI IL REINTEGRO DEI PAZIENTI

Maraucci e Concilio hanno voluto ringraziare il dottor Ricci, il direttore generale Mario Iervolino e il direttore sanitario Monica Vanni. Per il loro impegno e supporto in questa battaglia. Hanno sottolineato che insieme a tutti i genitori dei bambini coinvolti hanno vissuto 100 giorni di passione e lotta senza mai arrendersi. E finalmente hanno ottenuto ciò che desideravano. Nel frattempo, il direttore dell’Aias ha informato l’associazione che le procedure per il reintegro dei pazienti dimessi saranno avviate nella giornata. E suscitando grande felicità tra i membri dell’associazione.

Skip to content