mercoledì, Aprile 24, 2024
HomeCronacaIl ministro Sangiuliano inaugura i “Bronzi di San Casciano” al MANN

Il ministro Sangiuliano inaugura i “Bronzi di San Casciano” al MANN

L'allestimento sarà visitabile fino al 30 giugno

Il ministro Sangiuliano inaugura “Bronzi di San Casciano” al MANN

Dopo l’esposizione straordinaria al Quirinale, arrivano al Museo Nazionale di Napoli i tesori rinvenuti durante l’ultimo scavo nel santuario termale etrusco e romano del Bagno Grande a San Casciano dei Bagni, grazie alla mostra “Gli Dei ritornano”. Questa mattina la presentazione all’auditorium del MANN, alla presenza del ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano.

“Non io – ha detto il Ministro – ma gli esperti hanno affermato che il ritrovamento dei bronzi di San Casciano è forse la scoperta più importante dopo quella dei bronzi di Riace. Noi oggi realizziamo un intreccio felice. Dopo l’allestimento al Quirinale, infatti, queste opere arrivano qui a Napoli, nel museo archeologico più importante d’Italia. Si realizza un matrimonio della storia e delle identità molto felice”.

Il nuovo allestimento, curato dal direttore generale Massimo Osanna e dal coordinatore scientifico dello scavo dell’università per stranieri di Siena Jacopo Tabolli, è stato arricchito con reperti inediti. Tra questi spiccano la statua in bronzo raffigurante una figura femminile con le mani aperte in preghiera e la base di un donario in travertino recante un’iscrizione bilingue.

“Dal risultato delle campagne di scavo del 2023 – ha spiegato Tabolli – sono emersi nuovi reperti, che abbiamo portato in mostra qui grazie al progetto del ministero della Cultura e della direzione generale dei musei. L’intenzione è quella di arricchire l’esposizione presentato a Roma, nel palazzo del Quirinale”.

Dall’età del bronzo fino a quella imperiale, i visitatori avranno la possibilità di conoscere la ricca tradizione di produzioni in bronzo di quest’area dell’Etruria.

La mostra sarà visitabile fino al 30 giugno.

Skip to content