mercoledì, Luglio 24, 2024
HometopOmicidio a Napoli, 48enne ucciso in strada a Ponticelli

Omicidio a Napoli, 48enne ucciso in strada a Ponticelli

La vittima è Pietro Emanuele Montefusco, con precedenti per droga e fratello di Salvatore, figura di spicco del clan De Luca Bossa

Un agguato di chiaro stampo camorristico, in pieno giorno a Ponticelli, quartiere dell’area Est di Napoli. A cadere sotto i colpi dei killer Pietro Emanuele Montefusco, 49 anni, con piccoli precedenti per droga e un arresto alle spalle per spaccio risalente a 7 anni fa. Ma, con molta probabilità ha pagato l’essere il fratello del “Ras” dei De Luca Bossa, ovvero Salvatore Montefusco detto “Zamberletto”. L’agguato, sul quale indagano i carabinieri, è avvenuto in via Argine, all’altezza del civico 91 e potrebbe inquadrarsi proprio nella lotta sul predominio dei traffici illeciti nella zona, che da anni contrappone i De Micco-De Martino e i De Luca Bossa-Minichini-Casella.

Montefusco, in ogni caso, non viene considerata una figura di spicco del clan. Nel suo passato criminale anche la responsabilità delle piazze di spaccio della zona, ma poi una lenta emarginazione, evidenziata dal fatto che recentemente vendeva rotolini di carta sul ciglio della strada. Ma la faida di Ponticelli è costellata di agguati, raid punitivi e anche di utilizzo di autobombe. Esattamente un anno fa, il 9 luglio del 2023, alcuni sicari provarono a uccidere Ciro Naturale, ritenuto reggente del clan Di Micco da quando il capoclan Marco Di Micco è finito in galera.

 

 

Skip to content