Home Cronaca Omicron, salgono a 7 i positivi nella famiglia del paziente zero

Omicron, salgono a 7 i positivi nella famiglia del paziente zero

“Al termine delle attività di sequenziamento effettuate dal laboratorio dell’ospedale Cotugno sui tamponi provenienti dall’Asl di Caserta, è emerso che sono positivi alla variante Omicron tre soggetti tutti appartenenti al nucleo familiare del primo caso riscontrato.

Complessivamente sono 7 i soggetti in cui è stata riscontrata, quindi, la variante Omicron”.

E’ quanto afferma in una nota l’ospedale Cotugno di Napoli nel cui laboratorio è avvenuto il sequenziamento dei campioni di materiale organico prelevato dalle persone entrate in contatto con il manager Eni risultato positivo ad Omicron di ritorno da un viaggio in Mozambico.
Già da qualche giorno si sapeva che oltre al manager, erano risultati positivi ad Omicron i due figli e la moglie, mentre erano in forse la madre del manager e la suocera, anch’esse risultate positive ma il cui sequenziamento non era stato possibile vista la bassa carica virale; l’operazione sulle due anziane è stata effettuata nuovamente ed è emersa la positività ad Omicron, così come è emerso il contagio da variante sudafricana per la badante di una delle due.
Sempre dal Cotugno, hanno inoltre reso noto che “gli altri tamponi sequenziati (tre compagni di classe e un docente) sono risultati positivi alla variante Delta” e non ad Omicron dunque.
Per il direttore generale dell’Asl di Caserta Ferdinando Russo “la situazione è sotto controllo e costantemente monitorata”, anche perché tutti i contagiati ad Omicron sono in buone condizioni di salute. Intanto va avanti lo screening di massa su alunni, docenti e personale amministrativo dell’istituto comprensivo frequentato dai figli del manager, che è stato chiuso il 2 dicembre scorso per motivi precauzionali; ad ora sono stati effettuati 655 tamponi e sono emerse quattro positività alla scuola media, anche se si tratta di casi che per l’Asl non sono ritenuti connessi a quello del manager Eni positivo ad Omicron; in ogni caso i campioni di materiale prelevato saranno inviati al Cotugno per il sequenziamento.

Riello: “Due clan di camorra controllano tutta l’area metropolitana di Napoli”

Non è più valido lo schema di una camorra "polverizzata", rispetto ad una mafia organizzata militarmente. "Due soli clan, l' Alleanza di Secondigliano e...

Napoli, da lunedì 24 operativi tutti i centri anti violenza

Da lunedì 24 gennaio saranno operativi tutti i Centri Anti violenza presenti sul territorio cittadino: ne dà notizia l’assessorato alle pari opportunità guidato da...

La SSIP racconta digitalizzazione e biblioteche del futuro

“Le quattro dimensioni della Digitalizzazione e le Biblioteche del futuro" èl'appuntamento organizzato presso la sede della Stazione Sperimentale per l’Industria delle Pelli e delle...

Va al funerale della zia, latitante arrestato dai carabinieri a Portici

Lo scorso 29 marzo si rese protagonista di un rocambolesco inseguimento tra le strade di Ercolano dove, dopo aver rubato un furgone, alla vista...

Riello: “Due clan di camorra controllano tutta l’area metropolitana di Napoli”

Non è più valido lo schema di una camorra "polverizzata", rispetto ad una mafia organizzata militarmente. "Due soli clan, l' Alleanza di Secondigliano e...

Napoli, da lunedì 24 operativi tutti i centri anti violenza

Da lunedì 24 gennaio saranno operativi tutti i Centri Anti violenza presenti sul territorio cittadino: ne dà notizia l’assessorato alle pari opportunità guidato da...

La SSIP racconta digitalizzazione e biblioteche del futuro

“Le quattro dimensioni della Digitalizzazione e le Biblioteche del futuro" èl'appuntamento organizzato presso la sede della Stazione Sperimentale per l’Industria delle Pelli e delle...

Va al funerale della zia, latitante arrestato dai carabinieri a Portici

Lo scorso 29 marzo si rese protagonista di un rocambolesco inseguimento tra le strade di Ercolano dove, dopo aver rubato un furgone, alla vista...

Esplode ristorante a Fuorigrotta, l’ombra del racket e della guerra di camorra

Panico nella notte in via Caio Duilio a Fuorigrotta. Un ordigno esplosivo é stato fatto brillare da ignoti alle 4.20 del mattino nel dehors...
Skip to content