mercoledì, Luglio 17, 2024
HomeAttualitàVedi Napoli d'estate e poi torni, al via la terza edizione

Vedi Napoli d’estate e poi torni, al via la terza edizione

progetto che propone gli itinerari tematici guidati e un concerto all’alba a Ferragosto

Vedi Napoli d’estate e poi torni, al via la terza edizione

Parte la terza edizione di Vedi Napoli d’estate e poi torni, progetto promosso e sostenuto dall’Assessorato al Turismo e alle Attività produttive, che propone gli itinerari tematici guidati e un concerto all’alba a Ferragosto. Dal 4 luglio al 27 settembre, saranno proposti 10 percorsi, per un totale di 78 itinerari guidati gratuiti (prenotazione sulla piattaforma eventbrite) e il 15 agosto, alle 5.30, sulla terrazza panoramica di Sant’Antonio a Posillipo è in programma il concerto all’alba “Da Mar del Plata a Posillipo” con il quartetto d’archi Novi Cuatro e Elisabetta D’Acunzo (prenotazione sulla piattaforma eventbrite con e senza transfer gratuito in partenza nei due punti Piazza Municipio e Parcheggio Brin alle 5.00).

L’organizzazione e la gestione delle prenotazioni dei percorsi tematici e del concerto all’alba sono a cura di Mutart. Da luglio a settembre, il servizio “tutor turistici” sarà costituito da 20 tutor operativi nel week end, tra infopoint, servizio informazioni in bicicletta e a bordo di una macchinina elettrica.

«Quest’anno, visto anche il successo degli anni scorsi, abbiamo articolato Vedi Napoli d’estate e poi torni in tre macro proposte di pacchetti turistici – ha spiegato l’assessora Armato –. Tutte e tre ruotano intorno al tema dell’acqua in continuità con il Maggio dei Monumenti che quest’anno era dedicato proprio all’acqua. Ho voluto, poi, una chicca: il concerto all’alba di Ferragosto per il quale è stato scelto un luogo iconico come la terrazza panoramica di Sant’Antonio a Posillipo. Sono annunciati tantissimi turisti in città. Nei primi cinque mesi dell’anno abbiamo avuto il 14% d’incremento rispetto al 2023, che era stato già un anno record. Le previsioni dei manager dell’aeroporto e di Trenitalia parlano di un incremento degli arrivi e sappiamo che ci saranno anche croceristi che pernotteranno nella nostra città prima di imbarcarsi per la loro destinazione. Vogliamo offrire a tutti un programma ricco di proposte».

I 10 itinerari guidati sono dedicati all’acqua e al mare e sono divisi in 3 grandi aree tematiche: “Acquajuò, l’acqua è fresca?” a cura e con la partecipazione dello scrittore e divulgatore Amedeo Colella, “La storia dell’acqua a Napoli” in collaborazione con Acli Beni Culturali e “Napoli dal Mare” – visite in gommone e in barca a vela in collaborazione con l’associazione onlus Jonathan.

“Acquajuò, l’acqua è fresca?”, partendo da questa tipica espressione napoletana, offre un viaggio alla scoperta delle antiche banche dell’acqua cittadine, attraverso sei itinerari che propongono performance narrative in cui, accanto a un’esperta guida turistica, ci sarà Amedeo Colella, il “raccontastorie” delle passeggiate, insieme ai due artisti Dario Carandente (cantante) e Salvatore Totaro (figurante).: “Fora Porta Capuana”, “La Napoli Monumentale”, “’O struscio a Tuledo”, “Fora Porta Nolana”, “Il centro antico”, “Abbascio ’o puorto”.

«Quello dell’acquafrescaio è un pretesto per fare una passeggiata all’interno dell’arte, della storia, della cultura e della lingua napoletana, nella quale restano tracce di una storia ormai secolare che ci ha dato locuzioni ancora oggi di uso comune e che attraversa anche la poesia e la canzone – ha spiegato Amedeo Colella –. Abbiamo individuato 40 percorsi a terra, altrettanti a mare e nel sottosuolo. Domani, ad esempio, partiamo da Porta Capuana. Racconterò il percorso degli acquaioli da quando il mestiere da ambulante diventa stanziale, con le prime licenze di Ferdinando di Borbone. Accanto a me ci saranno momenti di animazione con un posteggiatore, che proporrà le canzoni ispirate alle acquaiole, e un figurante che impersonerà il pazzariello, ‘o ‘ngenzaro e un pulcinella che accompagnerà il gruppo lungo l’itinerario».

Con “Fora Porta Capuana” si attraversa il caratteristico “buvero” di Sant’Antonio Abate, borgo brulicante e pieno di autenticità e di contrasti (punto di incontro Porta Capuana – 4-11-25 luglio, 1-7-13-30 agosto, 6- 14-20-26 settembre – ore 9.30). “La Napoli Monumentale” è un itinerario che va da Piazza Trieste e Trento a Piazza dei Martiri (punto di incontro Palazzo Reale – 5 e 12 luglio, 2 e 31 agosto – ore 9.30; 10 agosto, 7 settembre, 26 settembre – ore 16.00).

“’O struscio a Tuledo” inizia a Piazza Dante, il “mercatello” del famoso “pertuso”, continuando su via Toledo e passando per le 7 chiese del Giovedì Santo (punto di incontro Piazza Dante (sotto la statua) – 6-13-27 luglio, 3 e 29 agosto, 5 e 27 settembre – ore 9.30; 11 agosto, 12 settembre – ore 16.00). L’itinerario “Fora Porta Nolana” inizia presso la celebre Porta Nolana, con il suo storico mercato di ‘ncoppa ‘e mmura, che conserva le tradizioni secolari del mercato partenopeo, si passa per piazza Garibaldi e si prosegue fino al Rettifilo (punto di incontro Centrale del Caffè – Piazza Garibaldi n. 134 – 20 luglio, 22 agosto, 20 settembre – ore 9.30; 27 settembre – ore 16.00).

Con “Il centro antico”, ricordando le varie sorgenti d’acqua che scorrevano tra i cardi, i partecipanti seguiranno il loro antico corso per giungere a Piazza Teodoro Monticelli e Pendino Santa Barbara, che costituiscono i principali luoghi di interesse di questo percorso (punto di incontro Piazza Dante – Ingresso Convitto Nazionale –18 luglio, 14 e 23 agosto, 21 e 25 settembre – ore 9.30). “Abbascio ’o puorto”, partendo dal centro finanziario, la borsa di Napoli, condurrà i partecipanti a Rua Catalana, Via Medina, il porto, il Molosiglio, Santa Lucia e la fontana Immacolatella (punto di incontro Piazza Bovio – ingresso Camera di Commercio – 19 e 26 luglio, 24 agosto, 13 e 22 settembre – ore 9.30).

“La storia dell’acqua a Napoli” propone due itinerari: “Acqua a Napoli: tra storia, ingegneria e spettacolo” e “Acqua e fede: un viaggio tra storia, arte e musica nella Napoli greco-romana e bizantina”. Il primo itinerario è una passeggiata alla scoperta delle fontane monumentali Formiello e Spinacorona, guidata da esperti ingegneri e architetti che illustreranno il funzionamento dell’acquedotto della Bolla e il valore storico-artistico delle fontane. Dopo la passeggiata, i partecipanti, assisteranno a uno spettacolo nella Chiesa della Pietrasanta: una rappresentazione teatrale e musicale che racconta la storia dell’acquedotto della Bolla in modo coinvolgente e adatto a tutti i pubblici, realizzato da artisti locali e che presenterà musiche e canti della tradizione napoletana (punto di incontro Fontana del Formiello – Castel Capuano (piazza Enrico de Nicola) – 5 e 19 luglio, 2-16-30 agosto, 13 e 27 settembre – ore 18.30).

Il secondo itinerario è una passeggiata guidata nella Napoli Greco-Romana e Bizantina con esperti storici e archeologi per scoprire i tesori nascosti della Napoli antica, tra cui i borghi extramoenia, l’acquedotto Augusteo e la chiesa della Pietrasanta, dove si terrà una rappresentazione teatrale e musicale che esplora il concetto dell’acqua nelle diverse religioni, attraverso racconti, aneddoti e musiche dal vivo. Lo spettacolo sarà realizzato da artisti locali e presenterà brani di musica sacra ebraica, cristiana e islamica (punto di incontro Campanile della Pietrasanta – 12 e 26 luglio, 9 e 23 agosto, 6 e 20 settembre – ore 18.30). “Napoli dal mare” propone i due itinerari “I gabbiani”, in collaborazione con l’associazione onlus Jonathan, e “Napoli al tramonto”, che mostrano la grande bellezza naturalistica della costa partenopea.

Tra i vari progetti educativi-formativi che vengono costantemente svolti dall’associazione, esiste il “Progetto Vela Jonathan” che offre la possibilità di ammirare le bellezze di Napoli dal mare a bordo di due barche a vela, che diventano protagoniste dell’itinerario “I gabbiani” (punto di incontro via Giardini del Molosiglio – 6-13-20-26 luglio, 2-9-16-23-31 agosto, 7-14-20 settembre – ore 10.30). Con l’itinerario “Napoli al tramonto” si salpa a bordo di due gommoni per ammirare la collina di Posillipo e il Golfo di Napoli: Castel dell’Ovo, Lungomare Caracciolo e Mergellina, Palazzo Donn’Anna, Villa Lauro, Villa Volpicelli, Villa Rosebery, Rocce verdi, Marechiaro, Nisida, Gaiola, Punta cavallo (punto di incontro via Partenope di fronte Hotel Vesuvio – 4-11-18-25 luglio, 1-8-15-22-29 agosto, 5-12-19-26 settembre – ore 17.00).

Giovedì 15 agosto, alle 5.30, sulla terrazza panoramica di Sant’Antonio a Posillipo si terrà il concerto/recital all’alba “Da Mar del Plata a Posillipo” con il quartetto d’archi Novi Cuatro e l’interprete Elisabetta d’Acunzo, che proporranno un viaggio musicale tra due mondi, unendo il fascino del tango di Astor Piazzolla alla magia poetica delle canzoni classiche napoletane. In scaletta, i grandi successi di Piazzolla, “Melodia in ay menor”, “Adios Nonino”, “Violentango”, “Milonga”, “Fuga”, “Vuelvo al Sur”, “Oblivion”, “Cafe 1930”, “La muerte del angel”, “Libertango” e i grandi classici “Era de maggio”, “Io te vurria vasà”, “Scetate”, “Serenata Napoletana”, “Maruzzella”. Il concerto si concluderà con l’omaggio al compositore argentino Ariel Ramirez con “Alfonsina y el mar”. Al pubblico sarà offerta la colazione: caffè e cornetti caldi.

 

LE FESTE PATRONALI

Nell’ambito della programmazione estiva, proseguono gli appuntamenti con le feste patronali, altro progetto promosso e sostenuto dall’Assessorato al Turismo e alle Attività produttive, che anima le municipalità con spettacoli di musica e teatro organizzati dalle associazioni del territorio. Un calendario ricco di appuntamenti, aperto con la festa di Santa Maria dei Miracoli e con Ida Rendano e proseguito con la celebrazione di San Giovanni Battista e il concerto di Peppe Barra, artista straordinario e iconico della nostra cultura canora e teatrale.

Atteso il concerto di Rosario Miraggio per la celebrazione di San Vincenzo Ferrari (‘O Munacone), che, venerdì 5 luglio, si esibirà in piazza Sanità. Il giorno dopo, per Santa Grazia, in via Provinciale delle Brecce a Ponticelli, si esibirà Simone Schettino nel suo “Fondamentalmente show”, che tornerà in scena anche per Sant’Anna di Capodimonte in via Bosco di Capodimonte (fronte Porta Piccola), sabato 27 luglio. La Madonna del Carmine sarà celebrata lunedì 15 luglio in piazza del Carmine con il concerto di Valentina Stella, Mario Maglione e Lello Converso e lo spettacolo pirotecnico “Incendio del Campanile”.

Domenica28 luglio, per Sant’Anna alle Paludi, in via Strettola Sant’Anna, ci saranno Giusy Attanasio, Emiliana Cantone e Stefania Lay in concerto. Per la celebrazione di Santa Maria della Neve, sono in calendario due eventi: lo spettacolo di Paolo Caiazzo “Eppur sorrido” (giovedì 1 agosto – corso Ponticelli) e il concerto di Emiliana Cantone (lunedì 12 agosto – viale Margherita). Martedì 6 agosto il SS. Salvatore sarà celebrato con il concerto di Ciro Rigione in via Plebiscito a Piscinola. Giovedì 15 agosto è il giorno della Madonna Assunta e nella Chiesa San Giacomo degli Spagnoli in Piazza Plebiscito si esibirà il Coro Polifonico Suaviter Nova.

Santa Maria di Piedigrotta avrà quattro giorni di festa con “Quann’era Piererotta” nelle chiese del quartiere (2, 3, 5 e 11 settembre) e la “Serenata alla Madonna” nella Chiesa di Santa Maria di Piedigrotta (10 settembre). Per Maria Santissima Desolata, nel quartiere di Bagnoli, è stata organizzata una lunga festa, in viale Campi Flegrei, con spettacoli di artisti locali in programma dal 12 al 15 settembre: il 13 settembre, in programma il concerto di ’A Frasca – Gruppo scettici per la tradizione. Giovedì 19 settembre Santa Maria della Mercede sarà celebrata con il concerto di Fiorellino in piazza Montecalvario. Giovedì 26 settembre sulle scale del Sagrato del Duomo di Napoli arriva il Premio San Gennaro World, ideato e curato nella direzione artistica da Gianni Simioli. Due spettacoli per celebrare i Santi Cosma e Damiano: nella chiesa a loro dedicata a Secondigliano andrà in scena “La tragedia dei Santi Medici” (sabato 21 settembre); mentre in Piazza Luigi Di Nocera, ci sarà “’A voce ’e notte” (sabato 28 settembre). Sant’Alfonso dei Liguori sarà celebrato da Biagio Izzo con lo spettacolo “Un italiano napoletano”, in programma nel piazzale su via Mugnano Marianella (venerdì 27 settembre). Chiude il calendario delle “Feste d’identità del territorio”, San Gaetano Errico, celebrato nel Santuario dell’Addolorata a Secondigliano con il concerto di Mario Maglione.

(Interviste in video allegato)

Skip to content