Avellino, terremoto giudiziario nel giorno della visita del premier Conte

0
148

Avellino, terremoto giudiziario nel giorno della visita del premier, Giuseppe Conte. All’alba operazione della Dda contro il nuovo clan Partenio. Sullo sfondo anche accuse di scambio elettorale politico mafioso. Durante la mattinata il presidente del Consiglio, Conte, in visita al Conservatorio dove si diverte a dirigere l’orchestra.

L’operazione anticamorra che ha messo in campo oltre 250 carabinieri del comando provinciale di Avellino, nasce dopo gli attentati contro alcuni imprenditori. 23 le misure coercitiva per il reato di associazione per delinquere di tipo mafioso, usura, estorsione, detenzione di armi ed altro. Tra gli episodi anche l’aggressione all’assessore alla Sicurezza del Comune di Avellino, Giuseppe Giacobbe. Nei confronti delle persone indagate, i cui nomi non sono stati resi noti, la Dda di Napoli ha emesso un sequestro preventivo-probatorio anche per turbata libertà degli incanti, trasferimento fraudolento di valori e riciclaggio.

In questo scenario, dopo la visita al Conservatorio e subito dopo pranzo il Presidente del Consiglio ha in programma una visita all’azienda Altergon Italia Srl (Zona industriale). In quell’occasione parteciperà alla Presentazione del progetto ‘Borgo 4.0 – Dalla tecnologia sostenibile a un nuovo umanesimo”. E successivamente una visita dello stabilimento di Ema (Europea microfusioni aerospaziali) del gruppo Rolls Royce.