Blitz al Rione Traiano. Ottantotto arresti

0
961

La gestione delle piazze di spaccio del Rione Traiano a Napoli era affidata ad interi nuclei familiari ed avveniva sotto il diretto controllo mafioso delle organizzazioni camorristiche attualmente egemoni su quel territorio, ovvero il clan Puccinelli ed il clan Cutolo. E’ quanto emerge dal provvedimento eseguito dai carabinieri del Nucleo investigativo del Reparto Operativo di Napoli e della Compagnia di Napoli Bagnoli in applicazione di un’ordinanza di misure cautelari personali emessa dal gip presso il Tribunale di Napoli su richiesta della Dda. 88 le persone coinvolte, 73 in carcere, per le quali si ipotizza l’associazione finalizzata al traffico ed alla cessione di ingenti quantitativi di stupefacenti. Numerose le piazze di spaccio individuate, varie le tipologie di droga: cocaina, hashish, marijuana, amnesia. le piazze di spaccio del Rione – è emerso – sono attive 24 ore al giorno. Sequestrati tre chili complessivi di droga, una somma di 135 mila euro quale provento dell’attività illecita. Eseguito anche il sequestro preventivo di 11 immobili in altrettanti sottoscala e trasformati in bunker dagli spacciatori.