domenica, Luglio 14, 2024
HomeAttualitàCambiare vita grazie alla pizza, ecco il progetto al carcere di Poggioreale

Cambiare vita grazie alla pizza, ecco il progetto al carcere di Poggioreale

"Non siamo mostri, progetti come questi ci fanno vedere la luce" hanno detto alcuni dei detenuti/pizzaioli

Carcere Poggioreale: cambiare vita grazie alla pizza, ecco il progetto

Cambiare vita grazie alla pizza: ne sono convinti al carcere di Poggioreale, dove è nato il progetto “Brigata Caterina – Pizzeria e Pizzaioli”, iniziativa che mira a garantire un nuovo futuro per i detenuti una volta tornati in libertà. Questo attraverso un percorso di formazione ed inserimento nel mondo del lavoro proprio all’interno dell’istituto penitenziario.

In occasione della giornata internazionale delle Famiglie la casa circondariale napoletana, quindi, ha aperto i propri cancelli per i parenti dei detenuti coinvolti. I pizzaioli hanno così potuto mettere in campo le competenze acquisite e respirare, sia pure tra le mura del carcere, una boccata di normalità.

“Non siamo mostri, progetti come questi ci fanno vedere la luce” hanno detto Giovanni e Vincenzo due dei detenuti- pizzaioli. (interviste in video allegato)

Ulteriori dettagli li ha forniti Carlo Berdini, direttore del carcere di Poggioreale. (intervista in video allegato)

Presente anche il presidente del collegio del Garante nazionale dei diritti delle persone private della libertà personale Maurizio D’Ettore (intervista in video allegato)

Skip to content