Colantuoni e la Costiera: “Una terra meravigliosa che ho sentito mia”

Cambio alla direzione del "Monastero Santarosa & Spa", arriva Ferdinando Alfano

0
49
Flavio Colantuoni, di origine veneta, è stato per circa 10 anni il General Manager  del “Monastero Santarosa & Spa”, uno dei più importanti alberghi a livello internazionale che si trova a Conca dei Marini in provincia di Salerno.
Dopo questo brillante periodo lavorativo nella nostra regione rientra nella sua terra e si congeda dal ruolo di direttore, per dedicarsi a nuove esperienze professionali sempre  nel settore alberghiero.
Oggi l’incarico viene ricoperto da Ferdinando Alfano che è legato a Colantuoni sia da esperienza professionale che da sincera amicizia.
“E’ stata un’esperienza  bellissima  lavorare in un’eccellenza come  il Monastero – spiega  Flavio Colantuoni – anche perché sorge in una terra meravigliosa come la Campania.
Tutto ciò, grazie  anche alla  fiducia  ricevuta  da Bianca Sharma, la proprietaria  americana della  struttura, che non ha esitato nello scegliermi come  direttore  della struttura”.
Colantuoni appena ha accettato l’incarico ha immediatamente compreso  che stava  vivendo un’esperienza lavorativa ed  umana unica ed irripetibile: “La  costiera  Amalfitana-ha  spiegato Flavio – è una terra straordinaria che ho sentito subito mia, sia per l’oggettiva  bellezza  che  per  la  simpatia  ed  il legame  che ho coltivato con i magnifici amici  amalfitani”.
Colantuoni si è congedato dalla  nostra Campania dopo aver vissuto un’esperienza proprio come il film “Benvenuti al Sud” e dopo  essere  riuscito ad  affermare il “Monastero” come una delle realtà alberghiere più belle del mondo.
Con la sua  sapienza  ed elevata professionalità  è riuscito a realizzare nella  struttura  il  motto a lui molto caro quello cioè di avere la giusta cura del cliente consentendogli di realizzare una  vacanza  di lusso all’insegna della semplicità. E’ tornato nella sua terra lasciando una  parte  del  cuore a Conca dei Marini, tanto che ha deciso di scrivere una lettera aperta non solo a tutti gli amalfitani, ma  anche  a tutte  le  persone  che hanno lavorato con lui e che l’hanno conosciuto.
“Torno nella mia terra con il cuore pieno di emozioni – ha scritto nella lettera di saluto – in questi dieci anni molte persone hanno incrociato la mia vita e desidero ringraziarle tutte.
Questa  esperienza professionale al Monastero è stata la più bella e più esaltante della mia vita e lo dico in quanto ho lavorato in  diverse strutture del mondo. Se il Monastero Santa Rosa  è diventato una  delle stelle del firmamento dell’hotellerie lo si deve all’impegno di tutti  i miei collaboratori dal primo  all’ultimo. So già  che mi mancherà moltissimo il calore  della costiera  amalfitana  e vi prometto che metterò la  mia esperienza  a disposizione  dei giovani che  frequentano la scuola  alberghiera di Amalfi.”.
Un testimone importante lasciato al neo direttore, Ferdinando Alfano.
“Peccato che il periodo nero dovuto al covid – ha detto Alfano – non ha consentito di poter  salutare Flavio Colantuoni con un meritato ed augurale festeggiamento anche in presenza della proprietaria Signora Bianca Sharma, ma non mancheranno le occasioni.”
“Al più presto- ha aggiunto Ferdinando Alfano – avremo modo di festeggiare Flavio che tornerà molto spesso in Campania  che  considera, oggi più di ieri, la sua terra  del cuore.
A presto Flavio!”