Coronavirus, le attività digitali per i bambini a casa

0
60

Racconti, audio, giochi, laboratori online, fiabe lette ogni sera ai più piccoli su whatsapp.
Sono solo alcune delle iniziative che si stanno organizzando in tutta Italia.

Oltre allo smart working e alla didattica online si moltiplicano infatti i progetti educativi di comunicazione e intrattenimento per i bambini che a causa dell’emergenza sanitaria sono costretti a restare a casa.

Un esempio sono i volontari di Nati per Leggere Campania, l’associazione che promuove la lettura a voce alta per bambini a partire da 0 anni, che ogni giorno e più volte al giorno si stanno dedicando alla lettura di un albo in diretta Facebook con le loro originali “Smart stories”, una scorta di storie per leggersi accanto.

E anche il centro territoriale Mammut di Napoli attraverso il suo giornale “Il barrito dei piccoli” ha lanciato un appello ai cittadini che abbiano meno di 12 anni per raccontare la loro particolare inchiesta: “Italia-marzo 2020”. I bambini possono inviare disegni, fumetti, storie, sogni, giochi, barzellette, video e ogni altro materiale frutto di questo strano periodo che stanno vivendo.