Costanza Ruocco (detta Zia Cocca) nuova imperatrice della villa di Tiberio a Capri

0
188

Costanza detta Zia Cocca

Quando si parla di Palazzo a Mare a Capri immediatamente il pensiero ci porta a ricordare la villa imperiale che l’imperatore Tiberio scelse come residenza estiva e di cui ancora oggi sono visibili i resti che si intravedono rigogliosi proprio di fronte al ristorante Bagni di Tiberio. Oggi in quel luogo “regna” la fantastica imperatrice e cuoca Costanza Ruocco che  con il suo amore delizia ancora oggi i fortunati clienti che decidono di raggiungere il sorprendente ristorante. Pochi giorni fa  è stato il suo compleanno ed al lido tutti i clienti l’hanno omaggiata ed abbracciata con l’affetto che merita.

Costanza è chiamata dai bambini del lido “zia Cocca” e proprio uno di questi bambini,ora maggiorenne, ha raccontato dell’amore che Costanza ha ed ha sempre avuto per i bambini. Matteo Cozzolino, appena diplomato, oggi vive a Milano è uno dei prediletti di zia Cocca che ricorda con infinito affetto.

“Zia Cocca – spiega Matteo Cozzolino – è una persona speciale  non solo per le prelibatezze  che cucina,ma anche per la cura e l’amore che  dimostra per i bambini. Da piccolo, e parlo di circa 14 anni fa – continua Matteo – appena arrivavo allo stabilimento di Tiberio Zia Cocca mi salutava e mi anticipava quale sarebbe stata  la pietanza del giorno preparata con le specialità raccolte nell’orto dei bagni di Tiberio”.

Anche la madre di Matteo, Alessandra Terenzio è ancora un’assidua cliente e ci spiega “una delle specialità di Zia cocca sono le polpettine che preparava per tutti i suoi  magnifici bambini”.

“Si tratta di una donna unica – continua Alessandra Terenzio – una donna ed una  mamma  come poche ne esistono al mondo”.

“Una tra le pietanze storiche del ristorante – spiega Costanza con vera soddisfazione- sono le  penne dedicate  all’imperatore  Tiberio. Si tratta di una ricetta molto semplice – continua Costanza – sono preparate con i peperoni alla  griglia,burro ,prosciutto,formaggio  e tanto basilico. Occorre  scolare la pasta  a metà cottura-continua- e farla rosolare in padella insieme ai peperoni ed al parmigiano”.

Le penne alla Tiberio le abbiamo provate e vi assicuriamo che sono davvero speciali. Ma quali sono le altre pietanze che prepari per i tuoi clienti?

“Sono tante, tante – precisa Costanza- e tra questi  ci sono i paccheri all’astice, le penne aumm aumm, spagetti a vongole, alle zucchine, tutti con prodotti freschi e pescati in giornata”.

L’eccellenza  della ristorazione caprese è ai Bagni di Tiberio,luogo in cui cucina Costanza che con amore riesce a deliziare i clienti in un ristorante semplice ed accogliente.

“Qui tutto funziona in perfetta  sintonia – spiega Marcella De Angelis, responsabile delle prenotazioni in sala – ed è la ricetta giusta per  servire il cliente nel modo migliore e con un immancabile sorriso”.

Anche Francesco Rizzuto, simpatico cameriere dei Bagni di Tiberio, precisa che la  ricetta per la soddisfazione del cliente “sta nel rendere gradevole la permanenza, il locale è sul mare e poi quando proponiamo il vinello frizzante caprese con le pesche,non ce n’è per  nessuno”.