Anche ieri il bollettino dell’Unità di Crisi Regionale tratteggiava una situazione epidemiologica nella nostra regione poco veritiera, risentendo dell’ eseguita dei tamponi processati che inevitabilmente abbassano la soglia dei reali positivi attivi.
I numeri parlano di 2716 nuovi contagiati a fronte di 14290 tamponi 1503 meno di ieri e ben 11516 in meno rispetto al 7 novembre quanto i malati di Covid erano 4601.
Quello che deve far riflettere è che gli asintomatici, nonostante i pochi test eseguiti, restano sopra i quattrocento assestandosi a 412 mentre gli asintomatici sono 2304.
Decedute 18 persone, guariti invece 790 cittadini.
Insomma il calo del numero dei positivi non indica l’inversione di un trend considerando anche che il rapporto tra tamponi e positivi resta elevato, al 19%.
Il problema della carenza di medici ed infermieri resta tutto, così come la sofferenza di diversi ospedali.

Anche oggi al Cotugno pazienti nelle auto in fila nel piazzale in attesa di essere visitati. In alcuni momenti il problema sembra allentarsi, poi si riformano le code. Si aggrava intanto il bilancio dei contagi nella Rsa Villa del Sole di Torre del Greco (Napoli). Nelle ultime ore sono saliti a una quarantina i positivi al tampone del Covid-19, molti dei quali tra gli anziani ospiti. A peggiorare il quadro già preoccupante il decesso registrato ieri di un ospite, un anziano di 90 anni risultato infettato alla fine della scorsa settimana.
Un altro anziano non ce l’ha fatta. Si stratta di un ospite dalla casa di riposo Sacro Cuore di Buonabitacolo, in provincia di Salerno. A perdere la vita, come confermato dal sindaco Giancarlo Guercio, un 87enne del posto ricoverato da alcuni giorni nel reparto Covid dell’ospedale di Polla.
Intanto le amministrazioni comunali di Bacoli e Pompei hanno destinato alle famiglie indigenti i fondi che erano stati stanziati dalle amministrazioni comunali per le luminarie natalizie.